Serie A, Atalanta-Bologna 4-1: poker della Dea in 15 minuti, Gasperini a -1 dal Milan

Serie A, Atalanta-Bologna 4-1: poker della Dea in 15 minuti, Gasperini a -1 dal Milan

Il commento della sfida tra la Dea e i rossoblù, ultima gara della trentesima giornata di campionato

L’Atalanta travolge il Bologna.

L’ultima sfida della trentesima giornata di Serie A ha visto la Dea scendere sul campo dello stadio Atleti Azzurri d’Italia per affrontare i rossoblù, in quella che è stata una sfida delicatissima per le sorti del campionato: i padroni di casa erano infatti alla ricerca di tre punti importantissimi per continuare a sognare la Champions League, mentre gli ospiti avevano bisogno di una vittoria per sorpassare nuovamente l’Empoli proseguire nella lotta per la permanenza in massima serie.

Gli uomini di Gian Piero Gasperini partono ad una velocità incredibile e in quattro minuti trovano due volte la via della rete, grazie ad una doppietta spettacolare di Josip Ilicic. Al 2′ il centrocampista sloveno batte Łukasz Skorupski con un bellissimo tiro a giro dai venticinque e metri, e due minuti dopo riceve palla da Marten De Roon, concludendo con un destro potente che entra in rete dopo aver colpito il palo: 2 a 0 per i nerazzurri.

L’Atalanta continua ad attaccare senza sosta e al nono minuto trova addirittura il 3 a 0, questa volta con Hans Hateboer: l’esterno olandese viene servito da Ilicic e batte Skorupski con un bel tiro ad incrociare. I rossoblù provano a superare lo shock emotivo e vanno vicini a realizzare il gol della bandiera, ma Diego Falcinelli sbaglia da pochi passi non riuscendo ad inquadrare lo specchio della porta. La Dea non però non si ferma e al 15′ cala addirittura il poker: scatto fulmineo di Duvan Zapata, che all’interno dell’area di rigore salta il suo diretto avversario e conclude calciando di destro, 4 a 0 e gol numero 20 in campionato per il centravanti colombiano, che si porta ad un gol di distanza da Fabio Quagliarella.

Nel secondo tempo il Bologna riesce a segnare il gol della bandiera grazie ad una splendida punizione di Riccardo Orsolini al minuto 54: il classe ’97 calcia dal lato destro del campo quasi dalla linea della rimessa laterale sorprendendo Pierluigi Gollini4 a 1.

Il triplice fischio del direttore di gara sancisce la vittoria dell’Atalanta, che vola al quinto posto in classifica con soltanto un punto di distanza dal Milan. Il Bologna non riesce a sorpassare nuovamente l’Empoli e resta ancorata al terzultimo posto: la lotta per la Champions League e quella per non retrocedere non sono mai state così vive.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy