Sampdoria, Saponara: “Quì tanta concorrenza nel mio ruolo. Allegri? Mi piacerebbe tornare a lavorare con lui…”

Sampdoria, Saponara: “Quì tanta concorrenza nel mio ruolo. Allegri? Mi piacerebbe tornare a lavorare con lui…”

Le dichiarazioni del centrocampista blucerchiato, Riccardo Saponara, relativo alla sue esperienza nel capoluogo veneto

Entrando a Marassi si prova una sensazione particolare  è molto emozionante e il pubblico dà sempre tantissima carica. Prima la mia vita era solo calcio, sia nei momenti belli che in quelli brutti tutte le emozioni erano concentrate lì e non avevo una valvola di sfogo”.

Così Riccardo Saponara, durante un’intervista concessa ai microfoni di “DAZN”, ha raccontato la sua esperienza in blucerchiato: iniziata, solo, ad agosto scorso.

Il classe ’91, arrivato in prestito dalla Fiorentina, si è poi soffermato sui suoi interessi personali e sul suo attuale stato di forma.

“Avere altri interessi è una cosa fondamentale. Seguo l’arte e la musica cercando di vivere la vita a pieno, dove il calcio è una parte importante. Ultima stagione? Intensa sotto tutti i punti di vista, ora ho più serenità e questo traspare in campo. Tanti giocatori non giocano sulla trequarti anche se ne hanno le caratteristiche, tipo Chiesa, Bernardeschi e Insigne”.

Il centrocampista ex viola si è inoltre espresso sulla questione Turn-over: “Sampdoria? Qui ho trovato concorrenza nel mio ruolo, nelle altre tappe della carriera si parlava sempre di cambio modulo. È importante giocare, ma non è il minutaggio a fare la differenza, piuttosto la quantità. Il gol alla Lazio? Ho visto il portiere fuori dai pali ed ho provato il pallonetto. Quando ho visto entrare quel pallone ho provando una delle più grandi gioie della mia vita. Quagliarella? Dopo aver giocato con lui mi accorgo quanto manchino attaccanti del genere, è un giocatore d’altri tempi, giocare con lui è meraviglioso.

Chiosa finale sulla sua avventura al Milan e sul suo rapporto con l’attuale tecnico bianconero, Massimiliano Allegri: “Allegri? Mi volle al Milan e per questo gliene sarò grato per sempre, mi piacerebbe lavorare di nuovo con lui. Il gol annullato contro la Juve? Durissima da digerire, un vero peccato perchè sarebbe forse stato il mio più bel gol in Serie A“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy