Ronaldo: “Mi facevano allenare male. Capello non era molto sveglio, Sacchi una noia mortale”

Ronaldo: “Mi facevano allenare male. Capello non era molto sveglio, Sacchi una noia mortale”

Le dichiarazioni dell’ex fenomeno nerazzurro.

Commenta per primo!

Torna a parlare l’ex fenomeno dell’Inter, Ronaldo. Intervistato da ‘Onda Cero’, il brasiliano ha raccontato alcuni aneddoti della propria carriera, piena di soddisfazioni, ma anche di infortuni: “Nei primi dieci anni di carriera mi sono allenato molto male, nel senso che con me hanno sbagliato metodo di allenamento. Molte volte dovevo correre come Roberto Carlos e Cafu e non potevo. Ho avuto tanti infortuni per colpa degli allenamenti collettivi“.

Nel primo infortunio sono stato fermo un anno e quattro mesi, con il secondo un anno e due mesi. Sono stati periodi difficili, e in più non c’erano precedenti di giocatori di calcio con una lesione di quel tipo. Non si sapeva come curarli, non si conosceva la tecnica di fisioterapia – ha svelato Ronaldo -. Ma io volevo tornare, il calcio era la mia vita. Non volevo lasciare il calcio per una lesione, ho sempre cercato di superarla“. L’ex campione verdeoro ha poi parlato di due tecnici che ha avuto durante la sua carriera da calciatore: “Ricordo che quando ero allenato da Sacchi, mi ha fatto una ramanzina di ben 15 minuti e mi ha multato. La seconda volta, prima ancora che cominciasse a parlare, gli dissi: o la ramanzina o la multa. Capello? Non era molto sveglio, non lo scelgo tra i miei migliori allenatori“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy