Roma-Sampdoria, Giampaolo: “Reagiremo ad una sconfitta pesante. Il nome della squadra? Conta relativamente…”

Roma-Sampdoria, Giampaolo: “Reagiremo ad una sconfitta pesante. Il nome della squadra? Conta relativamente…”

Le parole del tecnico dei liguri, Marco Giampaolo, in vista della sfida contro i giallorossi

La Sampdoria vuole invertire il proprio trend negativo.

Dopo il pesante ko maturato in casa contro il Torino, i blucerchiati, saranno chiamati ad affrontare in trasferta la Roma Di Eusebio Di Francesco. Un banco di prova importante per i liguri, attesi domani pomeriggio allo stadio Olimpico. 

Intervenuto nella consueta conferenza stampa pre-gara, il tecnico Marco Gianpaolo, ha parlato della complicata sfida che attenderà la sua squadra, attualmente all’undicesimo posto in classifica con 15 punti.

“E’ una sconfitta che abbiamo analizzato e dove abbiamo commesso degli errori. Ai miei ragazzi dico che dobbiamo mettercela alle spalle perché la Samp è sempre andare oltre le sconfitte. La Roma è un avversario di caratura, dove in Champions va forte e in campionato ha avuto qualche piccola battuta d’arresto. Il nome dell’avversario conta relativamente perchè le partite sono tutte difficili. La partita domenica scorsa l’abbiamo sbagliata sul piano tecnico, non siamo stati capaci di ripartire, siamo scesi sul loro piano. Dalla squadra mi aspetto che non tradisca il suo modo di essere. La Samp in questi due anni e mezzo ha sempre avuto continuità e mi aspetto che la squadra mantenga il suo modo di giocare e che sappia reagire ad una sconfitta per noi pesante“.

Durante la conferenza stampa, il tecnico, si è soffermato a parlare del modulo e della questione relativa agli indisponibili: Barreto è fuori per un po’. Perdiamo un giocatore importante dal punto di vista dell’economia della squadra. Con Jankto uso il bastone e la carota perché penso sia un giocatore importante ma da lui mi aspetto di più. Deve metabolizzare il fatto che prima era titolare e ora meno e lo ha patito. Ma i giocatori forti vengono fuori da situazioni del genere. Ci scontriamo sul campo con lui ma perchè da lui voglio di più, lo voglio portare ad esprimersi ad alto livello. Mi pare che abbia cambiato atteggiamento. Domani non parte dall’inizio. Prima era esagerato il numero in un senso e ora nell’altro. Sette gol in due partite non ci stanno. La squadra ha sbagliato qualcosa e gli errori li paghi. Se non sta bene Ekdal gioca Ronaldo Vieira”.

Chiosa finale sul derby che andrà in scena la prossima settimana: ” Ho giocatori contati a centrocampo. Domani dovrò cambiare qualche interprete ma perchè non sta bene. Con Jankto e Linetty non gioco perchè sono due mancini. Il derby lo giocheremo fra 15 giorni. Non voglio pensarci”.

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy