Pres. AIA, Nicchi: “La tecnologia aiuterà gli arbitri ma il gioco deve restare fluido”

Pres. AIA, Nicchi: “La tecnologia aiuterà gli arbitri ma il gioco deve restare fluido”

Le parole del presidente dell’AIA riguardo l’introduzione della tecnologia in campo.

1 Commento

Il presidente dell’Associazione Italiana Arbitri, Marcello Nicchi, a margine dell’incontro con la stampa al centro congressi Frentani ha parlato dell’avvento della tecnologia in campo e di quanto potrà giovare al calcio italiano. “In campo sbagliamo e continueremo a farlo, ma spero sempre meno con l’aiuto dei mezzi tecnologici. Una cosa e’ certa: teniamo molto alla nostra reputazione e al lavoro che facciamo, i nostri arbitri sono apprezzati a livello mondiale. La tecnologia puo’ aiutare il gioco del calcio, la goal line technology lo dimostra. Ma sento gia’ parlare di moviola: facciamo attenzione, il gioco deve restare fluido. L’Italia ha dato l’ok per la sperimentazione della tecnologia dalla prossima stagione. E’ chiaro che se vogliamo un arbitro bionico, un arbitro infallibile, non lo otterremo. Se vogliamo invece maggiore spettacolo, allora il discorso e’ diverso. Ecco, dobbiamo mantenere il gioco fluido: quindi si’ alla tecnologia, no alla moviola”.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. joerosanero - 1 anno fa

    noi tifosi di calcio vogliamo arbitri imparziali non chiediamo la luna.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy