Parma, Siligardi confessa: “Voglio mettere in difficoltà D’Aversa. Salvezza? Siamo sulla strada giusta, ma…”

Parma, Siligardi confessa: “Voglio mettere in difficoltà D’Aversa. Salvezza? Siamo sulla strada giusta, ma…”

Le parole dell’attaccante del club ducale, Luca Siligardi, sull’attuale momento vissuto dalla sua squadra

Tra le sorprese di questo inizio campionato c’è di certo il Parma di Roberto D’Aversa.

A pochi giorni dal successo contro il Genoa, Luca Siligardi, – autore del secondo gol messo a segno nel match disputatosi allo Stadio Luigi Ferraris – si è soffermato a parlare dei temi più caldi in casa gialloblu: “Quando sono rientrato in ritiro ero in una lista di partenti, non rientravo nel progetto. A prescindere da quello ho voluto dare un segnale, non volevo andar via e volevo giocarmi le mie carte in Serie A. E’ successo quello che è successo ma adesso guardiamo avanti cercando di fare il meglio possibile. Mi godo il momento perché sto bene, ho avuto la fortuna e la possibilità di tornare a giocare titolare e cerco di tenermi stretto il posto il più possibile. Voglio ripagare la fiducia che mi è stata data”.

 

Il numero 26 del club ducale, protagonista – nella giornata di oggi – al Centro Sportivo di Collecchio, ha inoltre parlato del suo attuale stato di forma:Mi sento bene è successo quello che è successo all’inizio della stagione ma adesso va tutto bene. Sono in squadra, sono subentrato in lista, ho avuto la possibilità di giocare e sto cercando di ripagare la fiducia nel miglior modo possibile. Rispetto a quando ero giovane ho imparato che bisogna essere professionisti sempre, in ogni momento e situazione. E questo paga, perché non smetti di impegnarti e lavorar bene. Sono tornato in lista, ho giocato titolare e sono riuscito a farmi trovar pronto. Rispetto alle mie precedenti esperienze in Serie A, sono più consapevole di quello che posso dare. A Bologna e Livorno ero giovane, a Verona è stata un’annata particolare mentre adesso sono più consapevole e so che posso dare una mano per raggiungere la salvezza con il Parma. Stiamo interpretando benissimo quello che stiamo facendo, perché sappiamo che sulla carta possiamo essere inferiori a tante squadre ma sul campo abbiamo i nostri mezzi e la nostra tattica per mettere tutti in difficoltà. La Serie A e la Serie B sono due campionati diversi, in B c’è molto più fisico e meno tecnica. In A devi sbagliar di meno ma c’è più spazio”. 

Inevitabile la parentesi relativa alle scelte del tecnico, Roberto D’Aversa:Lì davanti siamo tutti in ballottaggio, possiamo fare bene tutti. Sta a noi mettere in difficoltà il mister sulle scelte. Dopo la gara con l’Udinese un po’ mi è dispiaciuto non essere in lista ma diciamo che ero consapevole che potesse esserci questa possibilità. Ho pensato soltanto a scendere in campo e dare il massimo, sperando che cambiasse qualcosa. Alla fine è andata come è andata. Dopo ho parlato con Pizzarotti, son riuscito a trovare un accordo con lui e se sono in lista è soprattutto grazie a lui. Sono contento, per questo lo ringrazio ed ora spero di ripagare la fiducia che mi ha dato la Società. La posizione in campo? Abbiamo parlato col Mister nella seconda parte della scorsa stagione, ha trovato una via di mezzo dove posso esprimere molto meglio le mie potenzialità. E quello per adesso va benissimo. Mancano ancora tanti punti alla salvezza. L’importante è non sbagliare l’atteggiamento ed essere consapevoli dei nostri mezzi, perché i risultati si sono visti e secondo me continuando così riusciremo ancora a far bene dimostrando che possiamo salvarci“.  

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy