Parma-Chievo, Giaccherini: “La classifica non è disperata, contro i ducali servirà carattere. Ventura? Ci ha spiazzato perchè…”

Parma-Chievo, Giaccherini: “La classifica non è disperata, contro i ducali servirà carattere. Ventura? Ci ha spiazzato perchè…”

Le parole del centrocampista del Chievo, Emanuele Giaccherini, in vista della sfida contro gli emiliani

Domenica pomeriggio, il Chievo Verona, affronterà in trasferta il Parma di Roberto D’Aversa.

Una volta archiviata il ko contro il Cagliari, la formazione veneta, sarà chiamata a scendere in campo contro i ducali. Match che, malgrado i recenti pareggi maturati contro Lazio e Napoli, si preannuncia piuttosto complicato per la formazione gialloblu, ultima in classifica a quota 2 punti.

Ospite delle colonne de “L’Arena”, il centrocampista Emanuele Giaccherini, ha analizzato il momento vissuto dalla sua squadra in vista della sfida che andrà in scena al Tardini.

“Abbiamo imboccato la strada giusta. Di Carlo ha dimostrato tanta umiltà. Non lo conoscevo, l’avevo incrociato solo da avversario. Con noi si è rivelato una grande persona ed un grande allenatore. Ci ha trasmesso prima di tutto i veri valori del Chievo, capendo che avevamo dentro qualcosa che aspettava solo un segnale per esplodere. Mi auguro che i risultati positivi con Napoli e Lazio, due grandi squadre, ci abbiano dato autostima e coraggio. Togliendoci quell’ansia che ha a lungo avvolto tutti”.

Il mediano del Chievo, inoltre, si è espresso sul tecnico Domenico Di Carlo, approdato sulla panchina gialloblu solo pochi giorni fa: “Mi ha impressionato la sua semplicità. Dal punto di vista tattico non si è inventato grosse cose, però ha lavorato molto sulla testa dei giocatori dandoci precisi input. Anche lui un martello. Cerca sempre di farci stare nel miglior modo possibile. Per Di Carlo è il gruppo quello che conta davvero. Pellissier? Ne ho parlato con lui giorni fa. Pellissier aveva bisogno di ritrovare un po’ di fiducia da parte dell’allenatore nonostante abbia già dimostrato appieno il suo valore in tutti questi anni di Serie A dove ha segnato più di cento gol. Non devo essere io a dire chi è Pellissier, prima di tutto un trascinatore e un leader. Un riferimento per tutti”.

Chiosa finale sulla breve avventura di Giampiero Ventura al Chievo: “Appena arrivato ha stravolto tutto con le sue idee che alla fine erano anche giuste. Ventura è un allenatore che alla sua maniera sa far calcio. Il Chievo ad un certo punto stava prendendo forma, ma proprio nel momento in cui noi abbiamo cominciato ad andargli dietro sposando la sua causa lui ci ha lasciati. Spiazzando tutti. Quanto pesa la sfida col Parma? È importante, ma conterà di più la prestazione. Com’è stato pure col Cagliari, anche se abbiamo perso. Se noi continueremo ad essere questi i risultati arriveranno di conseguenza. Classifica? Disperata non direi, in palio ci sono ancora tantissimi punti. La squadra risponde bene. Dovremo scalare una montagna altissima”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy