Palermo-Milan 0-2: il commento finale. Il Diavolo fa la festa ai rosanero

Palermo-Milan 0-2: il commento finale. Il Diavolo fa la festa ai rosanero

Il commento alla sconfitta del Palermo contro i rossoneri.

7 commenti

Il Palermo ha patito una vera e propria lezione di calcio a domicilio dal Milan di Mihajlovic. Nel turno infrasettimanale i rossoneri hanno dominato dal primo all’ultimo minuto il match del Barbera, concedendo ai rosanero giusto un breve forcing a cavallo tra i due tempi, quando la partita era ormai sul 2-0 per gli ospiti. Le reti milanista sono state siglate da Bacca al 18′ e da Niang al 33′.

LE FORMAZIONI – Tedesco e Schelotto hanno confermato in blocco la squadra che ha ben figurato a Modena contro il Carpi, dando fiducia al tridente composto da Quaison, Gilardino e Vazquez. Il Milan ha proposto Bacca e Niang davanti, mentre è rimasto in panchina Alex.

IL PRIMO TEMPO – Già i primissimi istanti di gara hanno rivelato quale sarebbe stato l’andazzo della partita con Honda insidiosissimo sulle palle inattive a spaventare Sorrentino da calcio d’angolo. I rosanero hanno faticato a lungo a superare la linea mediana del campo, mentre gli uomini di Mihajlovic hanno sfiorato la rete con Bacca e Bonaventura. Il meritato vantaggio è arrivato al 18′ quando proprio il colombiano ha sfruttato il cross proveniente dalla destra per insaccare da pochi metri. Il bis, alla mezz’ora, è stato firmato da Niang, freddo dal dischetto (clamorosa l’ingenuità di Goldaniga che ha bissato nel peggiore dei modi l’episodio di domenica).

LA RIPRESA – Ormai avanti di due gol i rossoneri non hanno forzato come nel primo tempo, limitandosi a controllare senza particolari affanni le iniziative dei padroni di casa. Schelotto e Tedesco hanno inserito quasi immediatamente Trajkovski, Djurdjevic e Morganella, ma non è bastato per cambiare il canovaccio di una partita mai veramente in bilico.

Al Palermo è mancato tutto. La squadra lombarda ha sopraffatto Sorrentino e compagni non solo tecnicamente, ma anche in fatto di intensità e di voglia. Notevoli passi indietro anche sul piano del gioco, con la manovra rosanero affidata ai soli spunti dei singoli (per altro mai veramente insidiosi). In vista della trasferta imminente in casa del Sassuolo servirà una crescita rapida e una scossa psicologica prima ancora che tecnica e tattica. Questo Palermo deve entrare in campo più deciso perché la zona retrocessione non è poi così lontana e le altre squadre a rischio si sono notevolmente rinforzate, al contrario dei rosanero che hanno pensato più che altro al futuro con giovani tutti da valutare.

7 commenti

7 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Noncisicrede - 12 mesi fa

    Immaginavo una risposta del genere.
    Abbiamo Vitiello, Andelkovic, Cionek, Pezzella, Cristante, Brugman, Bentivegna.

    Tengo fuori Traikovski perché è buono solo per il macero.

    Con la scusa che non abbiamo nessuno perdiamo punti a muzzo, quanto meno potremmo provare qualcosa di diverso!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. MediaInglese - 12 mesi fa

    Dare la croce ai soli difensori non mi pare corretto. La nostra squadra ha giocato spezzata in tre. NESSUN ATTACCANTE SA FARE PRESSING. Con un attacco troppo alto, al centro si è creato un vuoto dominato dal Milan. Perché i nostri centrocampisti giocavano schiacciati vicino alla difesa. Questa, purtroppo per limiti tecnici e di esperienza, non sale perché ha paura ad applicare il fuori gioco.
    C’è tanto lavoro per i nostri mister! Se sapranno infondere il coraggio la tecnica e la determinazione che gli riconosciamo, alla lunga caveremo sangue anche da certe rape. Coraggio, orgoglio e Forza Palermo !!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Noncisicrede - 12 mesi fa

    Io provo sempre a difendere la mia squadra, i miei colori ma si cade sempre negli stessi errori e mi sono rotto letteralmente le scatole.

    Struna, Goldaniga, Lazaar, Chochev, Vazquez, TUTTI da mettere in panchina.

    Struna: incommentabile, non merita di giocare in Serie A e non per la prestazione di oggi ma per una serie di performance di cui ci ha deliziato da quando è arrivato a Palermo e mi danno perché non capisco come faccia ad essere titolare al posto di Morganella che ha spinto e ha messo degli ottimi cross come sempre;

    Goldaniga: a questo punto penso non sia pronto per giocare da titolare, gli errori si pagano cari e metterlo dal primo minuto non è il modo corretto di farlo crescere;

    Lazaar: mi rifiuto di commentarlo, non un dribbling né un cross decente fino all’85esimo. BASTA;

    Chochev: insignificante come sempre, tecnicamente scarso, non si può più vedere;

    Vazquez: non me ne frega niente che per tutti è il fenomeno in casa rosanero, con il suo atteggiamento da cane bastonato non merita la maglia da titolare e sarebbe anche l’ora di fargli fare un po’ di turnover. Deve capire che la maglia va meritata e non regalata a priori.
    Ma penso che prima di lui lo debba capire il nostro staff che nel frattempo mi sostituisce Quaison.

    Vergogna!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Louie15 - 12 mesi fa

      Caro mio, se togli pure questi quattro frazzoni, in campo chi ci scende? Non è sarcasmo, è una riflessione sulla realtà dei fatti…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Cossie - 12 mesi fa

    Seconda partita consecutiva in cui si buttano via punti preziosi a causa di un calcio di rigore regalato. Goldaniga veramente ingenuo… Inguardabile. Senza quell’ingenuità FORSE il Palermo se la sarebbe potuta giocare meglio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Cuore Rosanero - 12 mesi fa

    Goldaniga e Struna già la panchina per loro è un lusso. Il meno peggio forse è Andelkovic. A questo punto considerato che proprio Zamparini non vuole spendere nulla era meglio optare per qualche primavera, ma ovviamente il **** spera sempre in qualche plusvalenza a sorpresa……

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Ciccio - 12 mesi fa

    Il campione (di minchate) Goldaniga deve sedersi in panchina così non farà tanti danni definito buon giocatore con neanche 20 partite giocate con gol presi a raffica meno male è se era scarso ripeto squadra scarsa grazie ex amato presidente Vergogna

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy