Nicchi: “Arbitri vanno in guerra ogni domenica”

Nicchi: “Arbitri vanno in guerra ogni domenica”

Intervistato da SkyTg24, il presidente dell’AIA, Marcello Nicchi, ha sottolineato l’impossibilità di cambiare il regolamento applicando la tecnologia nel mondo del calcio, per poi soffermarsi.

Commenta per primo!

Intervistato da SkyTg24, il presidente dell’AIA, Marcello Nicchi, ha sottolineato l’impossibilità di cambiare il regolamento applicando la tecnologia nel mondo del calcio, per poi soffermarsi sul duro lavoro degli arbitri, chiamati ad andare al fronte ogni domenica sui campi di tutta Italia. “Non è che io sia a favore o contrario. Finora ho semplicemente raccolto sensazioni e regolamenti in giro per il Mondo. Nessuno di noi può cambiare il regolamento. Gli arbitri applicano i regolamenti, non li possono modificare. Le variazioni al regolamento spettano solo all’International Board. Oggi gli arbitri vanno a dirigere tutte le domeniche una guerra. Abbiamo finora 1467 ammoniti e 97 espulsi. E’ un dato drammatico, ma nessuno dice diamoci una regolata“.

Una guerra ben pagata se si pensa che per una singola partita un arbitro di Serie A può guadagnare fino a 12mila euro ed ha anche la possibilità di svolgere un doppio lavoro.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy