Napoli, De Magistris non perdona Higuain: “Lui come Renzi, non potrà più farsi una passeggiata a Napoli. Gli servirà il metal detector”

Napoli, De Magistris non perdona Higuain: “Lui come Renzi, non potrà più farsi una passeggiata a Napoli. Gli servirà il metal detector”

Il sindaco di Napoli ha paragonato ‘Il Pipita’ all’attuale presidente del Consiglio Matteo Renzi.

Commenta per primo!

Si avvicina la super-sfida di sabato sera tra Juventus e Napoli e da entrambe le parti gli animi iniziano a surriscaldarsi.

L’addio di Gonzalo Higuain non è andato giù ai tifosi azzurri che in più di un’occasione lo hanno dato a vedere, la pensa allo stesso modo il sindaco partenopeo Luigi De Magistris. Il primo cittadino, intervenuto a Un Giorno da Pecora, in onda su Rai Radio1, ha dato del traditore al ‘Pipita’ paragonandolo all’attuale Presidente del Consiglio Matteo Renzi anch’egli considerato un opportunista. “Si, è vero, l’ho detto e ci stava, ma sono due tradimenti diversi. Da sindaco, devo dire che la vicenda di Bagnoli, per Renzi, è gravissima, dal punto di vista istituzionale l’abbiamo vissuta come un esproprio della democrazia cittadina. Higuain? I tifosi avevano stretto un legame eccezionale con lui, ma ci è andato a perdere lui: quando rompe un legame di affetto con Napoli e lui che ci va a perdere. Tradimento peggiore? Quello di Higuain. Perché il calcio, in questo caso, è più importante di un premier. Higuain non potrà più farsi una passeggiata nella splendida Napoli? Penso proprio di no. Per quanto Napoli è accogliente, penso che Higuain non avrebbe un’accoglienza entusiasta. Renzi deve girare col metal detector appresso circondato da mille uomini. Come Higuain, insomma. Al massimo facciamoli incontrare insieme così ottimizziamo con la presenza delle forze dell’ordine”. E’ più forte la Juve o Renzi? In questo momento la Juve, ma entrambi sono battibili: i bianconeri in campionato, Renzi sul referendum”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy