Milan, Berlusconi tira le orecchie a Gattuso: “Dovrebbe ricordarsi cosa diceva Boskov…” E sul nuovo c.t. dell’Italia…

Milan, Berlusconi tira le orecchie a Gattuso: “Dovrebbe ricordarsi cosa diceva Boskov…” E sul nuovo c.t. dell’Italia…

Le parole dell’ex patron del Milan sul momento dei rossoneri con tanto di frecciata a Gattuso…

di Mediagol2, @Mediagol

Nonostante gli impegni politici assorbano gran parte del suo tempo disponibile nel corso di questi giorni, Silvio Berlusconi non perde occasione per disquisire sulle vicende dell’amato Milan.

L’ex Premier ha firmato in qualità di proprietario del club rossonero un’era sportiva costellata di successi e trofei su scala mondiale e, nonostante abbia già da tempo passato la mano, continua comprensibilmente a seguire con trepidazione e partecipazione emotiva il cammino della compagine guidata da Gennaro Gattuso. Come consuetudine, Berlusconi non risparmia critiche e suggerimenti di matrice tattica, sfiorando anche il delicato tema relativo alla nomina del nuovo selezionatore della Nazionale italiana.

“Per il mio Milan ho trovato un acquirente che ha mantenuto tutti i patti ma il Milan di quest’anno e dell’anno scorso calca i campi con un modulo che io non condivido e cioè con una sola punta – ha dichiarato Berlusconi ai microfoni di RaiNews – quindi in una partita vediamo massimo uno o due tiri in porta. Ricordo Boskov che diceva ‘per fare gol tirare in porta’: questo dovrebbe essere tenuto in considerazione da Rino Gattuso che insiste con il modulo a una punta. Il nuovo commissario tecnico della Nazionale? Non faccio nomi altrimenti attirerei le antipatie di chi non nomino. Ho in mente un nome, ma non lo dico per non gettarlo nel tritacarne, diciamo qualcuno che c’è già stato”. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy