Juventus, il voto di fede di Paolo Brosio: “Marcerò scalzo per 4 km se la Fiorentina…”

Juventus, il voto di fede di Paolo Brosio: “Marcerò scalzo per 4 km se la Fiorentina…”

Anche per i tifosi vip si infiamma la lotta scudetto tra Juventus e Napoli: il voto di Paolo Brosio per spingere al successo la Fiorentina

L’editoriale del giornalista e tifoso della Juventus, Paolo Brosio, per l’edizione odierna del Corriere Fiorentino in vista dell’importante match del Napoli in chiave scudetto:

“Caro direttore, tu sai quanto sia devoto al Signore e alla Vergine Maria e quanto sia forte la mia fede juventina. Per questo domenica sono pronto a fare il tifo per la Fiorentina e pure a fare il mio fioretto: se i viola batteranno il Napoli, andrò fino a Montenero a piedi. Scalzo. Partenza dalla Chiesa dell’Apparizione ad Antignano e su per quattro chilometri: in questo modo si potrà dire che in Paradiso i gobbi tifano Fiorentina. Ora che ci penso però la storia potrebbe assumere toni drammatici… Mia mamma è pisana, io ho fatto l’addetto stampa del Pisa calcio con Romeo Anconetani e ora mi sono pure impegnato con preghiere accorate per il Livorno promosso in serie B, tra gli strali della mia mamma marinese convinta… Insomma la mia situazione è complicata, ma vabbé, per vincere lo scudetto e per il Livorno in B che aiuta la mia Fondazione Olimpiadi del Cuore, si fa anche questo. Mi rivolgo anche al presidente Andrea Della Valle, con cui ci siamo visti in Versilia: Firenze è ambiziosa, voi siete una famiglia importante, faccia un regalo a Firenze e alla Juve. E poi magari chiamerò pure il mio amico Enrico Chiesa, per dirgli che un cero, per suo figlio Federico, lo accendo volentieri. A patto che faccia gol a Reina, magari anche lui riuscirà a segnare in rovesciata. Insomma, ormai l’hanno capito tutti: spero in una cenciata viola al buon Sarri, a una festa tutta fiorentina che faccia godere Paolo Beldì e la città intera e magari pure noi poveri juventini. Il gol di Koulibaly me lo sogno tutte le notti, ormai lui e Ronaldo fanno a gara a rovinarmi le nottate. Il giro a Montenero mi farebbe un gran bene, anche perché i viola e i livornesi li voglio belli sorridenti: per fine maggio sto organizzando le Olimpiadi del Cuore all’isola di Gorgona, per combinare solidarietà, spiritualità e sport, dare una mano all’arcipelago toscano, ai detenuti e gli alluvionati. E il mio desiderio è che ci siano i giocatori viola, del Livorno e magari anche quelli toscani della Juve”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy