Juventus, Allegri: “Sarri può essere orgoglioso del suo lavoro, Napoli in corsa per lo scudetto. Dybala-Higuain? Ho deciso il rigorista…”

Juventus, Allegri: “Sarri può essere orgoglioso del suo lavoro, Napoli in corsa per lo scudetto. Dybala-Higuain? Ho deciso il rigorista…”

Le dichiarazioni del tecnico bianconero Massimiliano Allegri alla vigilia del match valido per la 26esima giornata di campionato contro l’Atalanta

Dopo aver riconquistato la vetta della classifica e aver strappato il pass valido per i quarti di finale in Champions League, i bianconeri si ritrovano a dover fare i conti con una nuova sfida: aumentare il distacco dal Napoli – attualmente a +1 – portandolo a +4.

Alla vigilia del match di recupero valido per la 26esima giornata di campionato – che si terrà domani alle 18:00 – contro l’Atalanta di Gian Piero Gasperini, Massimiliano Allegri parla della condizione generale della sua squadra, soffermandosi su infortunati, recuperati ed indisponibili: “Per domani sera non saranno disponibili Cuadrado e Bernardeschi, dovrò valutare Alex Sandro. Sicuramente rientra Buffon, gli altri devo vedere. Siamo in vetta da pochi giorni e dovremo essere bravi a mantenerla. Il Napoli ha comunque molte possibilità di vincere lo scudetto, perché c’è ancora lo scontro diretto e noi avremo molte partite importanti. Intanto dobbiamo pensare alla partita con l’Atalanta, che è una squadra molto tosta. Matuidi è rimasto in panchina nell’ultimo turno anche perché ha recuperato prima del previsto. Pjanic quasi sicuramente domani rientra. Le partite con l’Atalanta sono sempre difficili, perché può contare su giocatori tecnici e fisici. Abbiamo molto rispetto per loro ma dovremo conquistare la vittoria. La Juve è un po’ diversa nelle caratteristiche, soprattutto per l’arrivo di Matuidi. La forza della quadra è che tutti vogliono vincere, hanno voglia di dimostrare ancora di essere i più forti. Non abbiamo ancora vinto niente, ma abbiamo una finale da giocarci e al momento siamo in testa. Approfitto per fare i complimenti al Napoli che sta tenendo aperto il campionato. Sarri deve essere orgoglioso di quello che ha fatto al Napoli in questi anni”.

 

Sulla lotta scudetto l’allenatore bianconero – malgrado la possibilità di aumentare il distacco dal Napoli – mantiene un atteggiamento cauto: “Bisogna fare un passo alla volta. Noi sappiamo di dover volar bassi, anche vincendo domani il campionato non è chiuso. Il Napoli ha le potenzialità per vincere tutte le partite, la quota scudetto è 100 punti. Per domani devo valutare chi schierare tra Higuain e Mandzukic, Dybala gioca. Anche Douglas Costa dovrà fare gli straordinari. Cuadrado ha fatto una visita sabato, ha continuato le terapie, ieri ha iniziato a correre, ma al momento non è disponibile, non sappiamo con precisione quando potrà tornare. Il rigorista è Dybala, durante la partita decido io se farlo battere a qualcun altro. Higuain è un giocatore straordinario, non solo a livello realizzativo, è uno dei migliori al mondo. Sapevo che Cristante avrebbe sfondato nel grande calcio. Si era un po’ perso perché gli avevano sbagliato ruolo. Mandzukic non è penalizzato dal nuovo modulo, Mario per noi è un giocatore importante, ma abbiamo tanto partite e fa bene ogni tanto stare fuori. In questi anni mi sono divertito molto in bianconero, e i tanti giocatori che sono cambiati ci hanno regalato tante soddisfazioni”.

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy