Il piano di Tavecchio: in Serie A solo con stadio a norma, assetto societario stabile e soldi per il mercato. Situazione Palermo

Il piano di Tavecchio: in Serie A solo con stadio a norma, assetto societario stabile e soldi per il mercato. Situazione Palermo

Se hai lo stadio a norma con gli impianti funzionanti, un assetto societario stabile, un settore giovanile florido, se in cassa hai i margini per fare mercato senza passare sotto le forche caudine dell’Uefa e del Fair Play finanziario, le porte del calcio che conta si apriranno. Altrimenti…

Commenta per primo!

Rating

Un concetto, quello del rating, che potrebbe entrare a vele spiegate nel nostro calcio.

E’ questa l’ultima idea del presidente della Federazione Italiana Giuoco Calcio, Carlo Tavecchio, per il futuro della Serie A: il massimo dirigente avrebbe pensato di istituire un criterio di valutazione (rating) per accedere o meno alla serie A che verrà. Quali sarebbero questi criteri. A riassumerli l’edizione odierna de ‘Il Tirreno‘: “se hai lo stadio a norma con gli impianti funzionanti, un assetto societario stabile, un settore giovanile florido, se in cassa hai i margini per fare mercato senza passare sotto le forche caudine dell’Uefa e del Fair Play finanziario, le porte del calcio che conta si apriranno. In caso contrario, sotto i tuoi piedi si spalancherà la botola chiamata serie B”. Quali le finalità? (Clicca qui per continuare)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy