Genoa-Juventus, Allegri: “Ha pesato l’Atletico Madrid. Gol? Preso nel nostro momento migliore”

Genoa-Juventus, Allegri: “Ha pesato l’Atletico Madrid. Gol? Preso nel nostro momento migliore”

Le parole del tecnico bianconero, Massimiliano Allegri, a margine della sfida contro il Genoa

La Juventus crolla clamorosamente sul campo del Grifone e matura così la sua prima sconfitta in campionato.

A pochi giorni dalla grande impresa in Champions League con l’Atletico Madrid, i bianconeri, subiscono il primo stop stagionale al Luigi Ferraris perdendo 2-0 contro i rossoblu. Sconfitta inaspettata decisa dalle reti di Sturaro e Pandev, che il tecnico Massimiliano Allegri, ha commentato al triplice fischio.

“Ha pesato la partita con l’Atletico: nel primo tempo abbiamo rischiato su un paio di occasioni – ha ammesso l’allenatore in conferenza stampa – nel secondo tempo abbiamo fatto meglio. Poi è capitato questo gol che ci ha tagliato un po’ le gambe. Menomale che è capitato oggi. Il calcio è bello per questo. Complimenti per il Genoa che ha fatto una grande partita. Nel momento migliore nostro abbiamo preso gol. Diciamo che se dovevamo scegliere la partita da perdere abbiamo scelto quella giusta perché ora abbiamo la sosta. Bisogna essere sereni, recuperare le energie e alla ripresa cercare di battere l’Empoli. Dispiace perchè ci tenevamo a mettere l’imbattibilità. Assolutamente no. Hanno fatto una buona partita. Nel primo tempo ha fatto una grande parata Perin ma il Genoa non si è reso pericoloso. La prima volta che i rossoblu si sono resi pericolosi è stata al gol di Sturaro”.

Inevitabile la parentesi relativa al match di Champions League contro l’Atletico Madrid: “Nel primo tempo abbiamo sbagliato molto tecnicamente. Nel secondo tempo, fino al gol, abbiamo fatto bene. Dal niente è venuto fuori questo gol che ci ha tagliato le gambe. Non c’è da fare processi perchè su 28 partite la Juve ne ha vinte 24, pareggiate tre e persa una. E’ anche vero che il Genoa negli ultimi cinque anni ha vinto tre volte. Non è facile fare risultato a Genova perchè Samp e Genoa vincono il 75% delle gare in casa. Detto questo si poteva stare più attenti in occasione del gol”.

Infine, l’allenatore, si è soffermato a parlare dei singoli: “Oggi neanche se veniva già il Padre Eterno la Juventus poteva fare risultato. Ci voleva un pizzico di fortuna, abbiamo fatto bene e sono soddisfatto che non ci sia stato un espulso, un infortunio e questo è un bel segnale per la ripresa del campionato. Dybala ha fatto una buona partita. Il resto non è tanto una roba tecnica ma questa partita insegna che è una questione mentale. Bentancur? Ha preso un colpo, non deve essere niente di grave. Far rifiatare Mandzukic? Dobbiamo recuperare tutti, io compreso. Ci sta perdere: ne abbiamo persa una sola su 28. E’ una media buona. Nella sconfitta sono felice per Sturaro. Il calcio è bello per questo. Sono contento per lui che oltre ad essere un bravo calciatore, è un ragazzo bravissimo”.

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy