Empoli-Chievo, Iachini: “Gara complicata, gialloblu esperti in tutti i reparti. Quello che farà la differenza…”

Empoli-Chievo, Iachini: “Gara complicata, gialloblu esperti in tutti i reparti. Quello che farà la differenza…”

Le dichiarazioni del tecnico dell’Empoli, Beppe Iachini, in vista della sfida contro i gialloblu

Domani pomeriggio, l’Empoli, ospiterà il Chievo Verona nella sfida salvezza valida per la 22^ giornata di Serie A.

Dopo la pesante sconfitta maturata contro il Genoa, i biancoblu, proveranno a voltare pagina. Un obiettivo importante per i toscani che, nelle ultime sei gare, avrebbero maturato appena un punto. Situazione non più rosea per il Chievo, ultimo in classifica a quota 8 punti. Proprio a margine della delicata sfida che andrà in scena al Castellani, il tecnico Beppe Iachini, si è soffermato sul momento vissuto dalla compagine veneta.

Il Chievo è una squadra con ottime qualità ed esperienza, se pensiamo al trio d’attacco con Giaccherini che ha vinto Scudetti, Pellissier con i gol che parlano per lui, poi Djordjevic, Meggiorini, parliamo di attaccanti che hanno fatto cose importanti. L’esperienza è anche negli altri reparti, dovremo fare una partita di alto livello per riprendere il nostro percorso. Mi aspetto una squadra che venga per vincere, si è visto nel mercato. Ha avuto richieste per giocatori importanti, ha preso qualche elemento, ci aspetta una partita difficile, da anni fa questa categoria e va rispettata“.

Inevitabile la parentesi relativa alla sconfitta maturata contro il Grifone: “Meritavamo di più, non siamo stati bravi ad incidere negli episodi e abbiamo commesso qualche sbavatura, difetti di gioventù. Non mi è piaciuto l’ultimo quarto d’ora, si è visto in altre situazioni quando abbiamo rimontato. Quello dev’essere il percorso, concentrati, attenti dal primo al novantacinquesimo“.

Infine, l’ex Palermo, si è soffermato a parlare della questione relativa al mercato: “E’ stato un mese tribolato, dei ragazzi si sono messi in mostra per la valorizzazione che stiamo portando avanti. Al mercato anche in virtù della spinta abbiamo dovuto rinunciare a Zajc per fare altre operazioni. Sarà importante avere alternative, dobbiamo compattarci e avere la giusta interpretazione. Tifosi? Sono sempre stati il dodicesimo uomo in campo, ci sta il dispiacere, il rammarico, anche noi siamo amareggiati. L’impegno dei ragazzi non è mai mancato“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy