Empoli-Bologna, Iachini: “Inzaghi è in discussione, i rossoblu cercheranno i 3 punti”. E sulla classifica…

Empoli-Bologna, Iachini: “Inzaghi è in discussione, i rossoblu cercheranno i 3 punti”. E sulla classifica…

Le dichiarazioni del tecnico dell’Empoli, Beppe Iachini, alla vigilia della sfida contro i rossoblu

Verrà disputata domani pomeriggio, alle 15:00, il match tra Empoli e Bologna.

Una sfida delicatissima, quella che andrà in scena tra meno di ventiquattro ore al Carlo Castellani: entrambe le compagini, infatti, distanti appena un punto l’una dall’altra, avranno la possibilità di conquistare importanti punti in ottica salvezza.

Un’occasione importante di cui, il tecnico Beppe Iachini, ha parlato durante la consueta conferenza stampa pre-gara.

“Non è cambiato nulla rispetto a 20 giorni fa, tranne qualche punto in più in classifica. Non si è fatto ancora nulla, dobbiamo lavorare e cercare di crescere. I margini ci sono, abbiamo tanti giovani che stanno conoscendo la categoria e noi cerchiamo di aiutarli. Affrontiamo una squadra di qualità ed esperienza e non dobbiamo guardare la classifica. Il Bologna ha elementi di caratura internazionale, sarà difficile batterli, dobbiamo affrontare la sfida con umiltà. Non è un esame di maturità, è una gara che deve darci indicazioni”.

“Cerco gli input per capire dove battere il ferro – ha ammesso l’ex Palermo –  che siano arrivati punti in queste prime giornate è importante per dare fiducia e qualche certezza, ma non vuol dire nulla. Mi è piaciuto atteggiamento, siamo andati in svantaggio ma abbiamo continuato a giocare come sappiamo e siamo riusciti a ribaltare situazioni. So per esperienza che, qualora dovessimo abbassare la guardia, combineremmo dei disastri. A Bologna parlano di Pippo che è in discussone e i giocatori lo sentono, per questo tutti vorranno tirare fuori qualcosa di più fuori, per restare con lui. Dovremo fare più attenzione in virtù di questo, è una delle partite più difficili e serviranno grandi risposte”.

Infine, l’allenatore dei toscani, ha parlato dei singoli: “Bennacer? Lo vedo regista basso. Diventerà un giocatore straordinario in questo senso, da grande squadra. Lui ha un certo tipo di caratteristiche, come Torreira, Jorginho o Verratti. Zajc e Mchedlidze? Considero tutti titolari, io preparo la partita a seconda delle necessità. Portiamo avanti moduli con difesa a 3 e a 4, cerco di valutare la soluzione che ci porta più vantaggi”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy