Diritti tv, pronta la svolta: niente tv domenica alle 15 e 7 diverse fasce orarie

Diritti tv, pronta la svolta: niente tv domenica alle 15 e 7 diverse fasce orarie

‘Calcio e Finanza’ rivela una retromarcia da sui diritti tv a partire dal triennio 2018-2021.

2 commenti

La Serie A si prepara ad una marcia indietro che avrebbe del clamoroso: si parla dei diritti tv a partire dal triennio 2018-2021.

Secondo quanto riferito da ‘Calcio e Finanza‘, sarebbero due le novità ghiotte da attendersi a breve: non tutte le partite saranno trasmesse in tv; alla domenica alle 15 ci sarà una fascia protetta in cui nessuna partita verrà trasmessa.

Tra le mosse ci sarà quella di aumentare il numero delle finestre orari con una partita sola. In questo caso il riferimento è la Spagna dove si giocano 10 gare in 10 orari diversi. La Serie A non dovrebbe spingersi a tanto ma si lavora su almeno 7 fasce diverse:

sabato alle 15,

sabato alle 18,

sabato alle 20.45,

domenica alle 12.30,

domenica alle 18 (può essere l’orario della gara in chiaro),

domenica alle 20.45,

lunedì alle 20.45 (l’alternativa: venerdi alle 20.45 in base ai calendari internazionali).

Non tutte le fasce verrebbero sfruttate ogni settimana. In base agli impegni europei e alla rilevanza delle gare si potrebbe di volta in volta studiare un diverso mix in modo da avere sempre almeno 4 partite libere dalla tv alla domenica alle 15.

2 commenti

2 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Ciccio - 2 mesi fa

    Sarebbe ridicolo ma siccome in Italia va’sempre più in voga persone leggi ridicole potrebbe essere vero anche se vorrei capire meglio come funziona alcune si altre no una in chiaro di chiaro al momento non c’è nulla

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. mi sfugge quale sia la parte bella anzi “ghiotta” come scritto nell’articolo… sarà l’età ma la magia della domenica pomeriggio ormai è solo un ricordo… bah tra orari assurdi e zamparini ormai u priu mi passò… :-)

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy