Diritti tv, è guerra aperta: Antitrust annuncia ricorso contro decisione Tar

Diritti tv, è guerra aperta: Antitrust annuncia ricorso contro decisione Tar

Il Tar ha annullato la decisione dell’Antitrust: accolto il ricorso delle pay-tv, ma l’Autorità garante della concorrenza e del mercato non ci sta.

Commenta per primo!

E’ notizia di quest’oggi che il Tar del Lazio ha accolto i ricorsi presentati da Mediaset, Mediaset Premium, Lega Calcio, Sky e Infront, annullando quanto deciso dall’Antitrust che aveva multato i principali operatori televisivi nel mercato della pay-tv, nonchè alla Lega Calcio e al suo advisor Infront, per un’intesa restrittiva della concorrenza riguardo alla gara per i diritti tv della Serie A per il triennio 2015-2018, svoltasi nel giugno 2014.

Una decisione che era stata bene accolta, particolarmente dal presidente della Lega seria A, Maurizio Beretta, che si era così espresso ai microfoni dell’Ansa, direttamente da Doha, dove fra pochi minuti si apriranno le danze sulla tanto attesa finale della Supercoppa Italia tra Milan e Juventus.

FINALE SUPERCOPPA EUROPEA: LE FORMAZIONI UFFICIALI DI MILAN-JUVE

“Non posso che prendere atto con soddisfazione del pronunciamento del Tar che riconosce la piena correttezza dei comportamenti della Lega di Serie A“. Queste le parole del dirigente in seguito alla decisione di annullare le multe a Mediaset, Sky e Lega Calcio. La sanzione inflitta a Mediaset era di 51,4 milioni, quella per Infront di 9, 1,9 milioni invece per la Lega Calcio e 4 milioni per Sky. L’ipotesi era di u’alterazione della gara per i diritti tv della serie A per il triennio 2015-2018. L’Antitrust però, si legge sul sito ‘Reuters.it’, ha deciso di presentare ricorso.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy