Crotone, Rohden: “Contro il Palermo ce la possiamo fare. Hiljemark mio amico, sarà interessante sfidarlo” (VIDEO)

L’intervista al centrocampista svedese del Crotone in vista della partita contro il Palermo.

Commenta per primo!

Quattro giorni al match dell’Adriatico di Pescara. Il Crotone ospiterà (si fa per dire) sul neutro abruzzese il Palermo di Roberto De Zerbi, in quello che sarà un impegno delicato da ambo i fronti.

I rosanero non possono permettersi di sbagliare con la neo-promossa calabrese (tra le candidate, sulla carta, a retrocedere); i rossoblu vogliono sbloccarsi da quota zero punti (qui la classifica aggiornata). A parlare della sfida a pochi giorni dal match è Marcus Rohden, centrocampista che il Crotone ha prelevato in estate dall’Elfsborg. “Sono contento di essere qua, ma resta sempre importante concentrarsi sul lavoro. L’impatto con la Serie A è stato duro, adesso ci aspetta il match contro il Palermo altrettanto difficile, abbiamo bisogno di concentrarci sul lavoro e puntare al massimo del risultato“, ha detto lo svedese in un’intervista rilasciata al sito ufficiale dei calabresi. “La differenza fra il campionato svedese e quello italiano è notevole: in Italia il livello di qualità è molto elevato così come la tecnica dei singoli calciatori, c’è molta più attenzione alla tattica sia durante gli allenamenti che durante le partite e questa è un’altra grande differenza“.

Hiljemark è un ottimo giocatore, abbiamo giocato insieme in Nazionale la scorsa settimana: lo conosco da tempo e sarà interessante poter giocare contro di lui domenica – ha aggiunto -. Contro il Palermo sarà davvero dura ma a mio avviso abbiamo molte chance per conquistare i tre punti, sono proprio match come questi che dobbiamo cercare di vincere. Dobbiamo soltanto lavorare duro, giocare il calcio che sappiamo giocare, forti del fatto che sono arrivati supporti di qualità e quindi abbiamo tutti i requisiti per fare bene e conquistare i 3 punti domenica. Bisogna continuare a lavorare intensamente, correre e lottare contro tutti gli avversari e mettercela tutta per centrare il nostro obiettivo, la salvezza, e giocare anche il prossimo anno in Serie A. Quello segnato da Sampirisi contro l’Empoli – ha concluso – è stato un bellissimo gol: Mario mi ha passato una splendida palla e io gliel’ho restituita. Effettivamente è stata una bella rete ma purtroppo non è bastata per portare punti a casa“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy