Zeman: “Io sono rimasto nel calcio, Moggi no”

Zeman: “Io sono rimasto nel calcio, Moggi no”

“Bisogna restare dentro e combattere dall’interno chi vuole male a questo sport. Io voglio convincere gli altri che in Italia si può fare calcio pulito, perché c’è tanta gente.

Commenta per primo!

“Bisogna restare dentro e combattere dall’interno chi vuole male a questo sport. Io voglio convincere gli altri che in Italia si può fare calcio pulito, perché c’è tanta gente che vuole bene a questo sport”. Sono le prime parole del neo tecnico del Pescara, Zednek Zeman che nell’occasione si è tolto un sassolino dalla scarpa sull’ex dg della Juventus Luciano Moggi: “Io faccio ancora calcio. Lui no. Credo che questo vorrà dire pur qualcosa” E sugli allenatori di serie A che allenano senza aver fatto gavetta dice: “Voi mi chiedete perché non alleno da tanto nella massima serie? Questo non lo so. Forse a qualcuno sono antipatico. Io però in A ho raggiunto risultati. Ho fatto secondi e terzi posti. Oggi in serie A ci sono allenatori che non hanno fatto quello che ho fatto io, ma allenano. Ma per me non è un problema. Ora sono a Pescara in una piazza che ha fame di calcio e che il sabato o la domenica riempie lo stadio”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy