ZAMPARINI: ecco deposizione integrale processo

ZAMPARINI: ecco deposizione integrale processo

Mediagol.it vi propone di seguito il testo integrale della deposizione fatta oggi dal presidente del Palermo Maurizio Zamparini al tribunale di Napoli nel processo per Calciopoli. Linterrogatorio.

Commenta per primo!

Mediagol.it vi propone di seguito il testo integrale della deposizione fatta oggi dal presidente del Palermo Maurizio Zamparini al tribunale di Napoli nel processo per Calciopoli. Linterrogatorio è stato seguito in aula da “ju29ro.com”. PM Narducci: Nel 2004 ha trattato con la Juve per Maresca e Miccoli? Zamparini: Sì, andai a Torino ad incontrare lamico Moggi. PM Narducci: E parlaste solo di questi due giocatori o anche del Palermo? Zamparini: Moggi mi chiese come andava il campionato, io gli dissi “Bene, gli arbitri sono un po’ scarsi”. Mi chiese quali erano gli arbitrri migliori della B ed io dissi Rizzoli, e Moggi telefonò e disse: “Vediamo se si può avere Rizzoli per il Palermo la prossima gara con il Verona che è importante”. Effettivamente arrivò Rizzoli ed io mi meravigliai. Moggi seppe subito che io ne avevo parlato con gli altri presidenti e mi disse: “Bella riconoscenza”; ed io gli dissi “Se mi hai voluto fare un piacere non me ne fare più altrimenti dovrò informare le autorità”. PM Narducci: Chiese a Moggi con chi aveva parlato? Zamparini: No, io non ci credevo, pensavo volesse fare lo spaccone PM Narducci: Con chi ne parlò? Zamparini: In una riunione con i Presidenti delle medie società di A e B e mi dissi preoccupato. PM Narducci: In quella stessa giornata ricevette la telefonata di Moggi? Zamparini: Forse era Giraudo, ma sì, era in quella giornata. PM Narducci: Nessuna altra domanda. Avv. Prioreschi: Lei questa storia di Rizzoli, prima di dirla alla Procura, in che contesto fece una dichiarazione? Zamparini: A una radio o a un giornale. Avv. Prioreschi: Era Radio Radio. Ricorda perché partecipò alla trasmissione? Zamparini: Ero arrabbabiato con Moggi perché aveva menzionato Foschi dicendo che aveva fatto telefonate ai designatori. Avv. Prioreschi: Ricorda se il giorno dopo ha rilasciato dichiarazioni ulteriori sul fatto? Zamparini: Parlo ogni giorno con i giornalisti. Avv. Prioreschi: Tuttosport il giorno dopo ha una intervista in cui dice “Non so come una cosa possa interessare, magari è anche falso” Zamparini: È chiaro, è la mia parola contro la sua, questo è il senso. Avv. Prioreschi: Questa gara era un anticipo? Zamparini: Sì, del venerdì. Avv. Prioreschi: Quindi anche il sorteggio si fa in anticipo? Zamparini: Non lo so, credo che non si faccia. Avv. Prioreschi: Si c’è, anche per l’anticipo, Lei non ha collocato temporalmente questa telefonata di Moggi? Zamparini: Sicuramente prima della gara. Avv. Prioreschi: È in grado di escludere che quando Moggi fa la telefonata il sorteggio era già stato fatto? Zamparini: Non lo so, non so in che giornata era la telefonata né quando si fa il sorteggio dell’anticipo. Avv. Prioreschi: Quale era stata la sua valutazione della telefonata, se era finta o vera? Zamparini: Non penso mai che Moggi faccia le telefonate finte davanti a me, eravamo nel suo ufficio, non ricordo se col fisso o il portatile, non ci credevo nemmeno, mi sono preoccupato quando ho saputo che Rizzoli era effettivamente l’arbitro. Avv. Prioreschi: Può riferire le parole di Moggi? Zamparini: No assoltamente, io dissi che tra i più bravi c’era Rizzoli e lui alzò il telfono. Avv. Gallinelli: Lei al pm ha detto che Moggi si raccomandò… Zamparini: E uno che fa una telefonata dicendo c’è questa partita, mandiamo un arbitro bravo, non è una raccomandazione? Avv. Catalanotti (difesa Brescia): Lei esclude che al momento della telefonata Rizzoli era stato già sorteggiato? Zamparini: Non lo escludo, lo ritengo improbabile, ma non lo escludo. Avv. Gallinelli: Ebbe modo di lamentarsi degli arbitraggi di De Santis? Zamparini: No. Avv. Gallinelli: Ricorda Palermo-Juve del 5.2.2005, 1-0 per il Palermo? Zamparini: No. Avv. Gallinelli: Secondo Lei è consentito salutare l’arbitro prima della gara e al termine? Zamparini: Io prima andavo sempre a salutare, mai dopo. Presidente Casoria: Lei ha detto che questo fatto avvenne allo studio di Moggi: non riesce proprio a ricordare e a risalire in che data avvenne? Zamparini: Bisognerebbe controllare, ma non so. Presidente Casoria: Quanti incontri ha fatto del genere? Zamparini: Uno solo. Presidente Casoria: E non sa collocarlo? Zamparini: No. Presidente Casoria: Può andare.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy