Zamparini: “Ecco cosa invidio a Udinese e a Pozzo”

Zamparini: “Ecco cosa invidio a Udinese e a Pozzo”

“Chi porterei via a Pozzo? Nessun giocatore solo gli osservatori: ecco quell’aspetto glielo invidio, per il resto mi tengo stretti i miei”. A rivelarlo il presidente rosanero Maurizio.

Commenta per primo!

“Chi porterei via a Pozzo? Nessun giocatore solo gli osservatori: ecco quell’aspetto glielo invidio, per il resto mi tengo stretti i miei”. A rivelarlo il presidente rosanero Maurizio Zamparini, intervistato da “Udineseblog”. Il numero uno del club di Viale del Fante parla poi del suo rapporto con il presidente del club friulano, Pozzo. “Potrei definirlo un rapporto di stima reciproca. Ma tra noi non c’è mai stato feeeling. Siamo troppo diversi e ci stiamo probabilmente antipatici per questo. Ci rispettiamo questo si. Però è difficile fare affari tra noi. Frutto di quella trattativa saltata anni fa? Ma no! L’Udinese ha avuto una grande fortuna a tenersi stretto Pozzo. Gli va data la medaglia d’oro al valore! In pochi hanno ottenuto i suoi risultati. Quindici anni in A per squadre di provincia non sono pochi. I friulani devono essergli grati”. Eppure, anche se diversi, Zamparini e Pozzo hanno una battaglia in comune, quella per l’introduzione della moviola in campo. “Non la introducono perché non vogliono. E’ frutto della stupidità e dell’immobilismo di chi governa il calcio. Io e Pozzo sappiamo che serve ma il potere ha paura di essere scalzato e non ammette le novità che potrebbero cambiare le gerarchie”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy