Zaccheroni: “Crisi Juve colpa degli infortuni”

Zaccheroni: “Crisi Juve colpa degli infortuni”

L’allenatore della Juventus Alberto Zaccheroni ha parlato in esclusiva ai microfoni di Sky Sport nel post partita di Juventus-Cagliari. Il dato più significativo è che la Juve.

Commenta per primo!

L’allenatore della Juventus Alberto Zaccheroni ha parlato in esclusiva ai microfoni di Sky Sport nel post partita di Juventus-Cagliari. Il dato più significativo è che la Juve non ha subito gol: cos’è cambiato? Quanto ha influenzato il ritorno di Chiellini? Diciamo che non abbiamo mai concesso tanto e nelle poche occasioni in cui abbiamo concesso nelle partite precedenti abbiamo subito gol. È un rapporto occasioni/gol subiti quasi pari. Credo che questo sia un dato per le statistiche, la squadra ha vinto la partita perché assolutamente la voleva vincere, ha messo in campo tutte le forze che ha in questo momento, ha sfruttato nell’arco dei 90 minuti una settimana di lavoro, poca brillantezza, ma una maggiore tenuta. Com’è il clima nello spogliatoio, vista anche la panchina di Del Piero? Il capitano è un esempio importante in questo gruppo, nel mio periodo non si è mai tirato fuori, è sempre il primo ad arrivare e l’ultimo ad andare via, è sempre molto attento ed equilibrato. La scelta di oggi è legata a due settimane di allenamenti controllati a causa della caviglia che non era in buonissime condizioni. In questo momento credo sia doveroso far giocare coloro che si allenano. Cosa vi siete detti nel finale lei e Felipe Melo? È un rapporto particolare, io e Felipe parliamo molto, sa lui cosa volevo dire, ci diciamo le cose che ci dobbiamo dire, com’è giusto che sia tra allenatore e giocatore. La squadra pensa di essere sottovalutata, o pensa di essere inferiore alle attese, o pensa di essere sfortunata? Posso dire quello che penso io, è difficile che la pensino tutti nella stessa maniera. Nessuna squadra può giocare senza condizione, il problema non sono stati gli assenti, ma quello che hanno causato gli assenti, il dover far giocare uomini che non erano in condizione. Se recuperi da un infortunio, fai due allenamenti e sei costretto a giocare, è facilissimo che ti fai male un’altra volta. Non c’entrano i medici, non c’entrano i campi. C’è stato un brutto gesto di Camoranesi, dritto con il gomito sull’avversario: credi che ci possa essere prova tv? Il gomito l’ha alzato di sicuro, onestamente penso che volesse difendersi. Il gomito c’è, però non mi sembra che lo sposti, mi sembra che lo alzi e non spinga.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy