Zaccardo: “La mia idea su questo Palermo”

Zaccardo: “La mia idea su questo Palermo”

“Quella di ieri per noi non è stata una partita facile, soprattutto considerato che si giocava a pochi giorni dall’impegno con il Barcellona che ha portato a un grande dispendio di.

Commenta per primo!

“Quella di ieri per noi non è stata una partita facile, soprattutto considerato che si giocava a pochi giorni dall’impegno con il Barcellona che ha portato a un grande dispendio di energie fisiche e mentali. Contro il Palermo non siamo stati brillanti sotto il profilo della qualità di gioco espressa, ma contro i rosanero contava solo la vittoria finale e siamo riusciti a centrarla. Il Palermo ha comunque tenuto bene il campo disputando a mio avviso una buona partita, mostrando qualche difficoltà soprattutto nel concretizzare le occasioni da rete costruite”. Questo il pensiero nel day after di Milan-Palermo di Cristian Zaccardo, ex di turno del match di ieri dello stadio ‘San Siro’, in esclusiva ai microfoni di Palermonews.it. “Non è mai semplice per un arbitro giudicare un episodio considerata la velocità del gioco ma a mio avviso la trattenuta di Aronica su Balotelli in occasione del rigore concesso è stata abbastanza evidente. Proprio in quell’episodio gli stessi giocatori del Palermo infatti non hanno protestato più di tanto, mentre magari da giocatore rosanero è normale recriminare sull’episodio del cartellino giallo a Zapata. E’ chiaro che in queste circostanze ognuno valuta gli episodi dal proprio punto di vista, motivo per il quale non amo soffermarmi su quelle che possono essere state le scelte del direttore di gara”. E sulla stagione rosanero, Zaccardo ha spiegato. “Il Palermo di quest’anno sia con Sannino che con Gasperini ha sempre espresso un gioco di buona qualità, pagando soprattutto le difficoltà maturate in fase realizzativa. Credo che pesino nella stagione dei rosanero i mancati risultati con le dirette concorrenti alla corsa salvezza, basti guardare i punti interni persi con squadre come Pescara, Siena e Atalanta. La lotta per non retrocedere adesso si fa molto dura e il fatto di avere nel Genoa l’avversaria più vicina classifica alla mano, non è sicuramente un bene per il Palermo. La formazione ligure si è mossa molto bene a gennaio grazie al grande lavoro di Rino Foschi e ha tutte le carte in regola per poter centrare la permanenza nella massima serie senza particolari affanni”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy