WALTER ZENGA POST LAZIO-PALERMO“Soddisfatto della squadra, ma se fossimo stati più bravi…”

WALTER ZENGA POST LAZIO-PALERMO“Soddisfatto della squadra, ma se fossimo stati più bravi…”

E’ arrivato l’ennesimo pareggio per il suo Palermo. Walter Zenga incasella il suo ennesimo “X” della stagione e rimanda ancora una volta lappuntamento con la vittoria. Non sembra comunque.

Commenta per primo!

E’ arrivato l’ennesimo pareggio per il suo Palermo. Walter Zenga incasella il suo ennesimo “X” della stagione e rimanda ancora una volta lappuntamento con la vittoria. Non sembra comunque preoccupato per la classifica, che vede i rosanero a 6 punti: “Presto arriveranno le soddisfazioni” ha detto. Ecco il punto di vista de “Luomo ragno”, intervenuto in sala stampa nel post partita di Lazio-Palermo. Mister Ballardini ha detto che la Lazio ha meritato di vincere, lei cosa ne pensa? “Anche lo scorso anno quando Ballardini era al Palermo e io al Catania aveva detto che la sua squadra non meritava di perdere, io dico che quello che appare sul tabellone è il risultato del campo. Levan per Kjaer? Dovevamo attaccare”. Questo è il 6° punto in altrettante giornate per il suo Palermo. Come ha visto la prestazione dei suoi? “Io sono sempre soddisfatto della mia squadra, perchè so che in ogni caso i miei ragazzi ci mettono tutto limpegno possibile. Certo se fossimo stati più bravi, con i tre attaccanti e i centrocampisti, ad evitare le ripartenze della Lazio avremmo sicuramente concesso qualcosa in meno. Con linserimento di Mchedlidze, al posto dellinfortunato Kjaer, ho voluto dare un segnale importante alla squadra, che era quello di attaccare e non difendersi. Comunque ha influito molto anche il fattore psicologico: noi è da tanto che non vinciamo fuori, la Lazio veniva da tre sconfitte casalinghe consecutive. I ragazzi, però, sono sicuramente sulla buona strada e presto arriveranno le soddisfazioni anche per loro”. Fabrizio Miccoli è apparso un po in ombra, non è stato luomo decisivo delle ultime partite. Non ha pensato di sostituirlo? “Non è che posso fare 18 cambi…Poi magari faccio scelte come a Parma, di fare riposare qualcuno, e vengo criticato, poi li faccio giocare e vengo criticato. Sarei sempre e comunque criticato, qualunque scelta facessi”. E’ stata una partita condizionata dalla stanchezza derivata dal turno infrasettimanali? ”La Lazio non sembrava affatto stanca, negli ultimi venti minuti hanno spinto come dannati. Tre gare in una settimana: inevitabile che le tossine si facciano sentire. Noi abbiamo pagato la stanchezza . Mercoledì siamo usciti distrutti per via del campo che ci ha tolto tutte le energie. Era inevitabile soffrire un po’ nell’ultima delle tre partite”. Oggi ha schierato a sorpresa il giovane esordiente Sirigu: la sua scelta è una bocciatura nei confronti di Rubinho? “Io ho due ottimi portieri, oggi ho deciso di concedere un turno di riposo a Rubinho e Sirigu è stato bravo a farsi trovare pronto. Ho deciso così perché è un periodo poco fortunato per il brasiliano. Per il futuro analizzeremo la sua situazione con calma durante la settimana. Sirigu ha fatto molto bene giocando con serenità . È giovane e ha grandi margini di miglioramento. Non a caso è stato il portiere dell’Under 21 insieme a Consigli”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy