Violenza a Napoli: è caccia allinglese nella notte

Violenza a Napoli: è caccia allinglese nella notte

La scorsa notte a Napoli si sarebbero verificati dei veri e propri assalti ai danni dei supporters inglesi. Lo scrive lagenzia ANSA. I primi ad essere aggrediti sono stati Ian Lee Friar, di 44 anni,.

Commenta per primo!

La scorsa notte a Napoli si sarebbero verificati dei veri e propri assalti ai danni dei supporters inglesi. Lo scrive lagenzia ANSA. I primi ad essere aggrediti sono stati Ian Lee Friar, di 44 anni, guardia carceraria e Alexander Philip Phillips, di 53 anni. Sono stati entrambi giudicati guaribili in 10 giorni dai sanitari dellospedale Loreto Mare dove sono stati portati dopo laggressione. Hanno riportato, rispettivamente, una ferita lacerocontusa al cranio e ferite da punta e taglio al gluteo sinistro, coscia destra e regione occipitale. Per Phillips si è reso necessario il ricovero mentre Friar è stato dimesso. Il terzo ferito è Luke David Watson, di 27 anni, tifoso del Liverpool, è stato aggredito da un gruppo di giovani armati di coltello. Portato allospedale “Loreto Mare” i sanitari gli hanno riscontrato una ferita da taglio alla coscia destra e unaltra alla testa guaribili in 12 giorni. Tra i feriti più lievi anche Antonio Tranchese, un italiano proprietario di un ristorante, nel quale sostavano i supporters inglesi per una cena italiana, che accortosi del movimento fuori dal locale ha provato a calmare gli animi ma i teppisti anzichè calmarsi hanno aggredito Tranchese e lo hanno ferito ad un orecchio ed alla mano. La volante accorsa sul posto ha arrestato tre tifosi azzurri, due di Napoli e uno di SantAngelo dei Lombardi (Avellino).

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy