VERSO PARMA-PALERMO, L’AD LEONARDI A MEDIAGOL: “ROSA, CHE FORTUNA CON MANGIA! IN ESTATE SI È CAMBIATO TANTO, MA L’ORGANICO RESTA DI VALORE. NOI DOBBIAMO RIPARTIRE. INZAGHI? FANTAMERCATO. E SU AMAURI…”

VERSO PARMA-PALERMO, L’AD LEONARDI A MEDIAGOL: “ROSA, CHE FORTUNA CON MANGIA! IN ESTATE SI È CAMBIATO TANTO, MA L’ORGANICO RESTA DI VALORE. NOI DOBBIAMO RIPARTIRE. INZAGHI? FANTAMERCATO. E SU AMAURI…”

Di Francesco Caruana Il Palermo che domenica sera scenderà in campo allo stadio “Ennio Tardini” per il posticipo della 14esima giornata di Serie A troverà un Parma con il morale non.

Commenta per primo!

Di Francesco Caruana Il Palermo che domenica sera scenderà in campo allo stadio “Ennio Tardini” per il posticipo della 14esima giornata di Serie A troverà un Parma con il morale non certo alle stelle: i ducali sono reduci dalla sconfitta in campionato contro il Novara e da quella in Coppa Italia contro il Verona, che ha segnato l’eliminazione dal trofeo. “Uscire da una competizione come la Coppa Italia è una cosa che rattrista sempre –ha dichiarato in esclusiva ai microfoni di Mediagol.it l’amministratore delegato gialloblù Pietro Leonardi- , ma non dobbiamo più pensarci, piangerci addosso non serve. Ora dobbiamo concentrarci solo sul campionato e sulla prossima sfida contro il Palermo. I nostri attuali 15 punti sono una giusta proiezione della nostra prima parte di stagione, anche se avremmo meritato qualcosa in più contro Atalanta e Roma. Senza dimenticare la partita di Novara, in cui abbiamo peccato di ingenuità: da queste partite sarebbero potuti venire altri 2-3 punti in più”. Nonostante il momento di scarsa forma del Parma, il Palermo formato trasferta fa meno paura rispetto a quello casalingo, ma Leonardi non vuole che la sua squadra abbassi la guardia. “Se i dirigenti rosanero hanno individuato in Mangia delle qualità adatte per allenare la prima squadra sicuramente vorrà dire che hanno indovinato, lo dimostrano i fatti. Questa però non deve diventare una moda, bisogna analizzare realtà per realtà, il Palermo ha avuto la fortuna di trovare allinterno del proprio organico un bravissimo tecnico, che sta facendo benissimo. Ci sono tanti talenti di assolute qualità da valorizzare e proprio per questo la squadra rosanero ha una classifica così importante, anche se in trasferta non riesce a rendere come in casa. Ciò che conta alla fine è la classifica, che dice che il Palermo ha 19 punti, un buon bottino. È vero che la società rosanero ha venduto molti protagonisti della passata stagione, chiaramente hanno voluto chiudere un ciclo e aprirne uno nuovo, ma è anche vero che è stata mantenuta una squadra di livello, comprando giocatori di assoluto valore”. Intanto il calciomercato è già alle porte: per il Palermo potrebbe profilarsi il clamoroso ritorno di Amauri, centravanti italo-brasiliano che l’anno scorso a Parma si è rilanciato ma in questa stagione sta continuando a non trovare spazio alla Juventus ed è alla ricerca di una sistemazione a gennaio. “A Parma ha dimostrato di essere un grande uomo e un grande professionista -ha spiegato Leonardi, che 12 mesi fa ha voluto fortemente l’ex centravanti rosanero- , in tutta sincerità spero per lui che possa trovare una collocazione in un top team che ambisce alla Champions, con tutto il rispetto per il Palermo, ma potrei dire la stessa cosa per il Parma. Possibile un ritorno in Emilia? No, noi questa estate abbiamo fatto una scelta molto precisa con Floccari, che purtroppo con noi ha giocato solo due partite, ma in rosa abbiamo anche Giovinco e Pellè. Io credo fermamente che se non dovessero concretizzarsi ipotesi professionalmente ancor più prestigiose lui gradirebbe sinceramente anche un ritorno a Palermo, in una città che lo adora ed in una squadra in cui si è consacrato come un grande attaccante”. E a proposito di grandi bomber in cerca di nuovi stimoli, radiomercato dà il Parma su Filippo Inzaghi, tagliato fuori dalle scelte del tecnico del Milan Massimiliano Allegri. Ma Leonardi smentisce categoricamente queste voci: “È fantamercato, in realtà questo nome è stato estrapolato dalla stampa da alcune interviste rilasciate dal presidente Ghirardi. Il presidente ha espresso un suo giudizio più che positivo per un campione come Inzaghi, ma rimane pur sempre un sogno. Noi dobbiamo pensare solo alla prossima sfida contro il Palermo”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy