Verso Palermo-Lecce: chi col dente avvelenato?

Verso Palermo-Lecce: chi col dente avvelenato?

di Roberta Siino Sono cinque gli ex che hanno vestito la maglia di Palermo e Lecce e che oggi si ritroveranno di fronte allo stadio “Renzo Barbera” per il ventottesimo turno del campionato.

Commenta per primo!

di Roberta Siino Sono cinque gli ex che hanno vestito la maglia di Palermo e Lecce e che oggi si ritroveranno di fronte allo stadio “Renzo Barbera” per il ventottesimo turno del campionato di serie A. Si tratta di Marco Amelia e Cesare Bovo per il Palermo e Fabio Caserta, Gianni Munari e Guillermo Giacomazzi per il Lecce. Marco Amelia dopo due stagioni al Livorno, nel 2003 veste la casacca del Lecce che militava in A. Proprio con i salentini, l’estremo difensore fa il suo esordio in massima serie nella gara contro la Lazio, collezionando 13 presenze e subendo 27 reti. Cesare Bovo dopo esser cresciuto calcisticamente nella Roma, approda in prestito al Lecce nel 2002, dove disputa due campionati: uno in serie B (11 presenze) ed uno in A (19 presenze e 2 reti). Il difensore con i pugliesi esordisce in A il 5 ottobre 2003 contro il Brescia e realizzando anche la rete del 2-1 nella gara disputata contro l’Inter, il 2 maggio 2004, successo che sancì la salvezza dei salentini. Fabio Caserta arriva al Palermo, a titolo definitivo dal Catania, nell’agosto del 2007 ma non riesce a trovare molto spazio in squadra, perché deve contendersi il posto da titolare con un altro centrocampista: il brasiliano Simplicio. Con la maglia rosanero disputa 27 gare e realizza una rete, nel derby contro il Catania. Gianni Munari viene acquistato dal club di Zamparini, dal Verona nell’estate del 2006 ma senza mai disputare gare in campionato. Conta soltanto due presenze in Coppa Italia. Non ci sarà a causa dell’influenza che lo ha messo ko prima della partenza del Lecce per il ritiro palermitano Guillermo Giacomazzi. L’uruguaiano arriva in rosanero dopo cinque stagioni a Lecce, nel mercato invernale del 2007, in uno scambio di prestiti proprio con Munari. Con i siciliani, il centrocampista uruguaiano colleziona appena quattro presenze, giocando spesso nei minuti finali.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy