Ussi Sicilia: rispetto regole uffici stampa Coni

Ussi Sicilia: rispetto regole uffici stampa Coni

LUssi Sicilia ha chiesto ufficialmente al Coni di vigilare sulle federazioni associate relativamente al rispetto delle regole sullutilizzo di giornalisti iscritti allalbo per gli uffici stampa nelle.

Commenta per primo!

LUssi Sicilia ha chiesto ufficialmente al Coni di vigilare sulle federazioni associate relativamente al rispetto delle regole sullutilizzo di giornalisti iscritti allalbo per gli uffici stampa nelle realtà locali in Sicilia. Ne hanno parlato con il presidente del Coni Sicilia Giovanni Caramazza, il presidente Ussi Sicilia Roberto Gueli e il segretario Nino Randazzo che hanno evidenziato il sempre più crescente fenomeno dell’esercizio abusivo della professione da parte di figure che ricoprono incarichi di addetti stampa pur non essendo iscritti all’Ordine dei giornalisti. Come si legge su Ussisicilia.com: “L’Ussi, che ha chiesto al Coni un intervento forte per ripristinare le elementari condizioni di legalità nello svolgimento di attività di uffici stampa, segnalerà agli organi competenti tutte le posizione che emergeranno nell’ambito di verifiche incrociate. L’Ussi, inoltre, è a disposizione del Coni per individuare, insieme all’Assostampa, modalità contrattuali e forme di collaborazione (attingendo soprattutto nel purtroppo vasto bacino dei giornalisti disoccupati) che possano coniugare la necessità di informare delle società sportive con il rispetto delle normative in vigore. Dopo l’incontro l’Ussi ha inviato al Coni Sicilia una sorta di promemoria per mettere nero su bianco gli impegni trattati nel corso del vertice. Di seguito il testo integrale della lettera: “Facendo seguito a quanto, già, rappresentato in occasione dell’incontro del 19 novembre u.s., si informa la S.V. che sempre più frequentemente pervengono comunicati stampa da parte di società sportive che affidano la redazione dello stesso a persone non iscritte all’Ordine dei giornalisti. Nel rammentare che, così come previsto dalla normativa in vigore, tali circostanze rientrano nell’esercizio abusivo della professione (art. 348 c.p.), si chiede un Suo autorevole intervento per ripristinare la legalità. Questa Unione Stampa Sportiva, gruppo di specializzazione del Sindacato unitario dei giornalisti, pur comprendendo le difficoltà economiche che vive il movimento sportivo siciliano, segnalerà prontamente all’Ordine professionale per i provvedimenti consequenziali forme di esercizio abusivo della professione. Si rappresenta, comunque, la massima disponibilità ad individuare, unitamente all’Associazione Siciliana della Stampa (sindacato unitario dei giornalisti), modalità contrattuali e forme di collaborazione (ad esempio con giornalisti disoccupati) che possano coniugare la necessità di informare delle società sportive con il rispetto della normativa in vigore”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy