TURCHI: “MIO GOL APOTEOSI, I ROSANERO..”

TURCHI: “MIO GOL APOTEOSI, I ROSANERO..”

“È stato bello tornare al gol. Ho preso in braccio mio figlio Francesco, come l’anno scorso contro il Novara. Quando lo vedo è più forte di me, devo andare da lui”. Sono le.

Commenta per primo!

“È stato bello tornare al gol. Ho preso in braccio mio figlio Francesco, come l’anno scorso contro il Novara. Quando lo vedo è più forte di me, devo andare da lui”. Sono le dichiarazioni rilasciate al sito ufficiale della Virtus Lanciano da Manuel Turchi, la cui rete è stata decisiva nella gara di ieri. “Chi non ha visto la partita magari può pensare che il Palermo è stato beffato alla fine, ma non è assolutamente così. Noi meritavamo di vincere, ma loro hanno trovato questo gol a inizio secondo tempo su palla inattiva. Ma noi abbiamo questa dote che è quella di non mollare mai. Il momento del gol è stata un’apoteosi, ho pensato a mille cose. Il boato della curva è stato qualcosa di eccezionale, mai visto e mai sentito in tutti gli anni che sono qua”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy