STEVANOVIC: “A Torino ero ancora immaturo”

STEVANOVIC: “A Torino ero ancora immaturo”

“A Torino facevo molti errori, stavo per buttare via la mia carriera, mangiavo, bevevo, ero ancora immaturo. Adesso sono sposato ed è cambiato tutto”. Queste le parole di Alen Stevanovic,.

Commenta per primo!

“A Torino facevo molti errori, stavo per buttare via la mia carriera, mangiavo, bevevo, ero ancora immaturo. Adesso sono sposato ed è cambiato tutto”. Queste le parole di Alen Stevanovic, intervistato dal Corriere dello Sport. L’esterno del Palermo ha parlato della stagione trascorsa a Torino, sotto la guida di Giampiero Ventura. “Con Ventura sono cresciuto. Poi a fine campionato non mi convocò perché non era soddisfatto e non andai alla festa promozione. Facevo sempre cose sbagliate – ha spiegato Stevanovic -. Quando ero piccolo avevo sempre il 5 o il 10 perché ogni ragazzo ha un idolo e il mio era Zidane e tifavo per il Real Madrid. Mi paragonavano a Cristiano Ronaldo, ero un lattante, ci può stare. Ferguson mi seguiva? Solo voci”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy