Sonetti: “Troppo presto per giudicare Ilicic”

Sonetti: “Troppo presto per giudicare Ilicic”

La posizione di Josip Ilicic da trequartista puro nel 4-3-2-1 di Rossi a esterno di centrocampo nel 4-4-2 di Mangia ha destato in molti il sospetto che lo sloveno, apparso la copia sbiadita dell’anno.

Commenta per primo!

La posizione di Josip Ilicic da trequartista puro nel 4-3-2-1 di Rossi a esterno di centrocampo nel 4-4-2 di Mangia ha destato in molti il sospetto che lo sloveno, apparso la copia sbiadita dell’anno scorso, sia fuori posizione. Per parlare di questo e altro in casa Palermo la redazione di Mediagol.it ha contattato l’ex tecnico rosa Nedo Sonetti, che ha espresso il suo pensiero in merito. “Prima di dare dei giudizi precisi bisogna conoscere bene i giocatori. Ilicic lo conosco ma non mi sento di dare un giudizio definitivo e così preciso. Certo che con l’Inter è stata una prestazione che non ho visto ieri contro l’Atalanta, ma diciamo è stata un po’ tutta la squadra che ha dato qualcosa in meno. 4-4-2 con i trequartisti come esterni? Quando si va a toccare questi giocatori diventa sempre troppo problematico trovare loro una posizione congeniale – ha spiegato il tecnico di Piombino – lo stesso discorso vale per Sneijder che lo vogliono far giocare da esterno. Ma questi sono giocatori, come d’altronde Ilicic, che giocano dietro le punte, magari riescono bene come esterni, ma è una forzatura. Poi nello sviluppo del gioco tendono ad accentrarsi. Giocare con gli esterni significa avere giocatori rapidi, bravi nel fornire assist dal fondo, ci vuole la gamba per giocare sugli esterni. Mangia saprà benissimo quello che fa conoscendo il giocatore”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy