Sensibile: “Mio Gonzalez vale quanto Pinilla”

Sensibile: “Mio Gonzalez vale quanto Pinilla”

Intervistato dalla “Gazzetta dello Sport”, il direttore sportivo del Novara dei miracoli, Pasquale Sensibile, ex braccio destro di Walter Sabatini a Palermo, ha raccontato alcuni retroscena.

Commenta per primo!

Intervistato dalla “Gazzetta dello Sport”, il direttore sportivo del Novara dei miracoli, Pasquale Sensibile, ex braccio destro di Walter Sabatini a Palermo, ha raccontato alcuni retroscena del mercato del club piemontese. “Gonzalez un’intuizione di mio padre? In realtà lui non vuole prendersi meriti che non ha. E’ stata una scelta collegiale. E’ andata così: i dirigenti del Grupo Universitario Tandil, con i quali da sempre c’è un ottimo rapporto, mi hanno mandato un dvd su un attaccante molto veloce. Pablo è stato in prova con noi, poi l’abbiamo tesserato. Costo? Circa 80 mila euro più una percentuale da versare al Tandil in caso di vendita. L’equivoco con mio padre nasce dal fatto che queste persone sono le stesse che dieci anni fa, quando era a Brindisi, gli avevano consigliato Castillo. Quanto vale ora? Direi che è sulla linea di Pinilla: 5 milioni – ha spiegato Sensibile – Il fatto di puntare sugli svincolati? Non c’è niente di disonorevole a prendere gli svincolati. Noi abbiamo sempre puntato su giocatori che avessero ancora qualcosa da dire e da dare. Prendiamo uno come Lisuzzo: possibile che nessuno si fosse accorto che dopo Foggia lui aveva una voglia pazzesca di andare in B? Con Tesser abbiamo usato lo stesso criterio: abbiamo scelto lui perché cercava il rilancio dopo 4 esoneri consecutivi”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy