Schillaci: “Aiuterò mio cugino Maurizio”

Schillaci: “Aiuterò mio cugino Maurizio”

La storia di Maurizio Schillaci ha commosso Palermo e l’Italia. Lui, il cugino meno conosciuto del ben più noto Totò, per anni ha giocato tra Serie A e B, con ottimi risultati in.

Commenta per primo!

La storia di Maurizio Schillaci ha commosso Palermo e l’Italia. Lui, il cugino meno conosciuto del ben più noto Totò, per anni ha giocato tra Serie A e B, con ottimi risultati in termini di gol. Pupillo di Zeman che lo allenò prima in rosa e poi lo volle con se al Licata, era considerato da molti un talento promettente. Una carriera che si interruppe a causa di un infortunio nel momento più alto, durante la militanza alla Lazio. Poi arrivarono le esperienze con Messina e Juve Stabia e qui il contatto fatale con la droga. Oggi Maurizio Schillaci vive per strada e dorme sui treni, la sua storia è arrivata anche alle orecchie del cugino. “Non sapevo nulla del fatto che dormisse sui treni – ha raccontato alla Gazzetta – per un periodo l’avevo fatto lavorare con me, non ho mai capito perché poi se ne sia andato via. Proprio questa mattina ne parlavo con mio padre e sinceramente ne siamo rammaricati. Negli ultimi anni ci siamo persi di vista, ma ora cercherò di dargli una mano”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy