Santoni:”Quando a Palermo rifiutai la Nazionale..”

Santoni:”Quando a Palermo rifiutai la Nazionale..”

A Cesena da ragazzo e a Palermo da uomo. La corriera di Nicola Santoni, portiere classe 79, ha avuo in Romagna e in Sicilia il suo fulcro, terre dove ha maturato arrivando anche ad una convocazione.

Commenta per primo!

A Cesena da ragazzo e a Palermo da uomo. La corriera di Nicola Santoni, portiere classe 79, ha avuo in Romagna e in Sicilia il suo fulcro, terre dove ha maturato arrivando anche ad una convocazione nella nazionale che lui rifiutò per una serie di eventi che hanno dellincredibile. “Quel giorno successe davvero un gran casino – racconta il portiere a “La voce di Romagna” – era lottobre del 2005 e giocavo nel Palermo. Quel giorno venne a giocare al Barbera la nazionale di Lippi e lidea del ct era quella di convocare come terzo portiere quello della città in cui si disputava la gara, in quel momento ero io il titolare del Palermo quindi sarebbe toccato a me. Il mio club mi disse di tenermi pronto per uneventuale chiamata nella mattina di sabato (giorno prima della gara) altirmenti mi sarei potuto considerare in vacanza. Nessuno mi contattò così presi due giorni di ferie e tornai in Romagna, appena arrivai però mi arrivò anche la convocazione a cui non potei rispondere. Non fu un rifuito ma soltanto un errore di comunicazione tra il mio club e lo staff della nazionale”. Doppio ex di Cesena e Palermo, inevitabile parlare della partita di domani. “In bianconero ho fatto tutte le giovanili, sono cresciuto. Poi passando al Palermo mi trovai di fronte a 25mila persone, non era semplice, come vivere in una realtà dove il calcio è proprio unossessione – ha aggiunto – Cesena-Palermo sarà una partita spetacolare, mi auguro che termini in parità. Il Cesena non deve demoralizzarsi, sta facendo il campiopnato da neopromossa alternando sconfitte e vittorie, il Palermo invece può puntare ai primi posti”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy