RANKING UEFA:Tutto quello che cè da sapere

RANKING UEFA:Tutto quello che cè da sapere

Grazie alla vittoria ottenuta dall’Inter contro il Bayern Monaco sabato scorso, lInter conferma il calcio italiano al terzo posto nel Ranking Uefa al termine del quinquennio di riferimento.

Commenta per primo!

Grazie alla vittoria ottenuta dall’Inter contro il Bayern Monaco sabato scorso, lInter conferma il calcio italiano al terzo posto nel Ranking Uefa al termine del quinquennio di riferimento 2005/2006-2009/2010. Il Ranking Uefa è un sistema utilizzato dall’UEFA per stabilire il numero di club che ogni nazione può iscrivere alle Coppe Europee tra Champions e Europa League. Sulla base di questa graduatoria viene assegnato a ogni nazione un numero di squadre a decrescere. Il Ranking prende in considerazione i risultati ottenuti dai club nazionali nelle competizioni europee durante l’ultimo quinquennio. I cinque anni di riferimento, per stabilire la classifica valida per il 2012-2013, saranno quelli che si concluderanno nella prossima stagione. La classifica 2005-2010 del ranking è abbastanza chiara, infatti si chiude con il predominio dell’Inghilterra al primo posto(81,586 punti), la Spagna è seconda (79,757) e l’Italia mantiene la terza piazza (64,338) con meno di due decimi di vantaggio sulla Germania quarta (64,207). Più staccata la Francia (53,740), mentre la Russia (43,791). con l’affermazione dello Zenit (vittoria in Coppa Uefa nel 2008) e del CSKA Mosca (2005) torna in auge con un calcio sempre più professionistico. Il prossimo ranking, quello per assegnare i posti nelle coppe europee 2012/13, si baserà infatti sul coefficiente del quinquennio 2006-2011, e qui la classifica è decisamente peggiore per il nostro campionato. Al primo posto rimane ben salda l’Inghilterra 67,428 (presente in Europa con ben 7 squadre), dopo Spagna 64,115 (7 squadre), al terzo posto la Germania 53,770 (6 squadre) al quarto posto l’Italia 48,981 (7 squadre) Per lItalia sarà molto difficile riconquistare il terzo posto e il nostro paese rischia un posto a partire dalla stagione 2012-2013. La perdita del terzo posto nel Ranking Uefa comporterebbe infatti la cancellazione di un club italiano dal tabellone della Champions League. Pertanto solo le prime tre squadre della serie A potranno accedere in Champions, limitando così le aspirazioni di squadre come: Palermo, Sampdoria, Fiorentina, Genoa, Udinese, Napoli, ma non solo. La ragione della progressiva deriva del calcio italiano in termini di coefficienti Uefa va ricercata soprattutto nel pessimo comportamento dei club di serie A in Europa League, un torneo snobbato in Italia perché ritenuto deleterio per le energie fisiche di una squadra. Ma la vittoria in Europa League se non economicamente vale a livello di punteggio ranking tanto quanto la vittoria Champions. Il futuro del calcio italiano in Europa è affidato a tutte e sette le squadre che parteciperanno alle Coppe (Inter, Roma, Milan, Samp, Palermo, Napoli e Juventus). Saranno loro che dovranno rappresentare al meglio l’Italia cercando di ottenere il massimo dalle competizioni che disputeranno. Altrimenti le ricadute sul piano economico si ripercuoteranno su tutto il sistema calcistico italiano.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy