Ranieri: “Roma la mia squadra… ereditata”

Ranieri: “Roma la mia squadra… ereditata”

L’allenatore della Roma Claudio Ranieri ha parlato in esclusiva ai microfoni di Sky Sport nel post partita di Udinese-Roma Sulla partita Abbiamo giocato bene, abbiamo creato tante occasioni.

Commenta per primo!

L’allenatore della Roma Claudio Ranieri ha parlato in esclusiva ai microfoni di Sky Sport nel post partita di Udinese-Roma Sulla partita Abbiamo giocato bene, abbiamo creato tante occasioni da gol. Per fortuna siamo riusciti a pareggiare, siamo rientrati nel secondo tempo con la voglia di vincere questa gara ma l’espulsione ha condizionato la partita. E’ un peccato, i ragazzi stanno dando il massimo ma non è sufficiente. Dobbiamo dare ancora di più. E’ una Roma senza sette giocatori. Noi non ci accontentiamo del rendimento però ci sono dei periodi in cui non ne va bene una. La squadra non è serena perché sta facendo degli sforzi più forti di quelli che faceva prima. All’inizio vincevamo e adesso non accade più. Dobbiamo solo rimanere sereni e continuare a lavorare. Lei ha detto: “Questa non è la mia squadra. Ci dobbiamo preparare a una stagione di grandi sacrifici“. Cosa significa? Certo, perché se siamo partiti da zero punti e stiamo lavorando, non si possono prendere in giro i tifosi. Poi, certo che è la mia squadra, ereditata. Adesso stiamo cercando di migliorarla. Io ho detto questa frase in un contesto, quando mi è stato chiesto: “L’ha plasmata la sua squadra?” Ho detto: “Non è la mia squadra, ci sono tanti giocatori che stanno fuori, non ho potuto fare un mercato perché io sono entrato in corsa quando era già finito tutto“ Quale sarebbe la sua squadra? Se io vengo preso in corsa, come fa? E’ la mia squadra e la voglio la mia squadra. Ormai è diventata mia.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy