Prandelli: “No a Cassano, sì a Diamanti. Fabbrini..”

Prandelli: “No a Cassano, sì a Diamanti. Fabbrini..”

“Ho detto che non avrei convocato giocatori che avessero mostrato poca educazione o tenuto comportamenti violenti. Quando un giocatore è fuori rosa non può andare in nazionale. Non.

Commenta per primo!

“Ho detto che non avrei convocato giocatori che avessero mostrato poca educazione o tenuto comportamenti violenti. Quando un giocatore è fuori rosa non può andare in nazionale. Non abbandonerò Cassano, ma deve risolvere i suoi problemi con la Samp. Gli ho parlato, ho avuto limpressione che volesse lasciare il calcio. Gli ho consigliato di riflettere, di stare in famiglia”. E Questo il pensiero del commissario tecnico azzurro Cesare Prandelli sulla situazione che sta vivendo Cassano con il suo club. “Balotelli? E diverso – continua il ct nel corso del forum alla Gazzetta dello Sport – Ero allo stadio del Manchester City, lespulsione non è stata dettata da impulsi cattivi. Balotelli stava giocando una partita vera, da calciatore vero, cose normali”. Poi Prandelli apre le porte dellazzurro a Diamanti, autore mercoledì di uno splendido gol alla Juve. “Ho letto ottime relazioni – spiega – Sono andato a vederlo in Brescia-Juve. Ho trovato un Diamanti diverso, più continuo. Mi è piaciuto il suo fair-play, quando ha detto allarbitro che Chiellini non aveva commesso fallo da rigore. Può meritare la convocazione. Aquilani? Se fosse stato bene, Lippi lo avrebbe portato al mondiale. Giocatore importante, è pronto per tornare. Santon? Forse ha bruciato le tappe. Lo seguiamo. Fabbrini dellEmpoli? Lo teniamo docchio, ma ha diritto di crescere con calma. Ci sono 3-4 ragazzi in B che monitoriamo. Per esempio? Ogbonna del Torino”. I grandi del nostro calcio come Totti, del Piero e Gattuso sognano ancora la nazionale. “li ringrazio – dice Prandelli – perché sono di esempio ai giovani, ma conto di non averne bisogno”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy