Paparesta: “Abete? Premiava Moggi ai raduni”

Paparesta: “Abete? Premiava Moggi ai raduni”

Gianluca Paparesta nella sua precoce carriera di arbitro, per altro figlio darte, era arrivato fino alla qualifica di internazionale, ma con lo scandalo di Calciopoli del 2006 il fischietto barese.

Commenta per primo!

Gianluca Paparesta nella sua precoce carriera di arbitro, per altro figlio darte, era arrivato fino alla qualifica di internazionale, ma con lo scandalo di Calciopoli del 2006 il fischietto barese vide andare tutto in frantumi. In particolare, Paparesta fu condannato per omessa denuncia poiché non rivelò di essere stato chiuso da Luciano Moggi, storico dirigente della Juventus, nello spogliatoio del “Granillo” di Reggio Calabria al termine della partita tra la Reggina e i bianconeri del 6 novembre 2004. Nel corso di unintervista rilasciata ai microfoni Rai lormai ex arbitro ha accusato senza mezze misure gli organi della Federazione. “Il presidente della FIGC Giancarlo Abete premiava Luciano Moggi nel corso dei raduni arbitrali. Proprio questa gente mi ha fatto fuori perchè ho collaborato con la giustizia. Questa cosa non me lhanno perdonata. E inoltre lattuale designatore Collina mi aveva detto tempo fa che avrebbe avuto bisogno del mio aiuto come arbitro”. Secca e laconica la replica della FIGC alle accuse lanciate da Paparesta. “Le sue affermazioni sono sbagliate”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy