PALERMO, SPLENDONO ANCORA LE STELLE DI ILIe#268;Ie#262; E PASTORE Contro la Fiorentina Balzaretti e Nocerino da Nazionale

PALERMO, SPLENDONO ANCORA LE STELLE DI ILIe#268;Ie#262; E PASTORE Contro la Fiorentina Balzaretti e Nocerino da Nazionale

di Fabio Corrao Altra impresa esterna del Palermo, che dopo aver sbancato Torino si porta via i tre punti anche dal “Franchi”, sconfiggendo la Fiorentina con un 1-2 che forse sta anche un.

Commenta per primo!

di Fabio Corrao Altra impresa esterna del Palermo, che dopo aver sbancato Torino si porta via i tre punti anche dal “Franchi”, sconfiggendo la Fiorentina con un 1-2 che forse sta anche un po stretto agli uomini di Delio Rossi, che hanno dominato lintero incontro con la sola eccezione della prima parte della ripresa, quando i viola per venti minuti hanno prodotto il massimo sforzo nel tentativo di raddrizzare una gara che sembrava compromessa. Un dato salta subito agli occhi, e cioè che il Palermo ha cambiato pelle: lanno scorso aveva costruito la sua classifica tra le mura amiche, dove in questo principio di stagione sembra stentare, mentre fuori casa i rosanero si scatenano, giocano con una scioltezza ed armonia imbarazzante per gli avversari, che possono solo limitarsi a rincorrerli o ad ammirarli. Se si riuscirà a mantenere lo stesso equilibrio, tattico e mentale, anche in casa, il campionato del Palermo potrebbe davvero prendere una piega impensabile. Il punto chiave sta forse nellapproccio alla gara. Se si analizza bene il cammino dei rosanero fin qui, è facile notare come siano andati in difficoltà contro squadre tecnicamente di gran lunga inferiori, che hanno mirato ad una difesa attenta e difficile da bucare. Quando invece i ragazzi terribili di Rossi hanno affrontato avversari di pari livello che hanno provato a giocarsi la partita, hanno dimostrato grande proprietà e consapevolezza dei propri mezzi. Sulla prestazione dei singoli ci sarebbe tanto da dire, ma ci limiteremo a ciò che davvero non si può tacere: Sirigu ha messo dietro la lavagna quei tanti detrattori che lo avevano massacrato mediaticamente dopo la partita della Nazionale in Estonia. Il portiere sardo ha parato un rigore (anche questo davvero molto dubbio, per non dire inesistente) e si è prodotto in un paio di interventi da grande acrobata della porta, che hanno salvato il risultato ed evitato alla Fiorentina di raggiungere un immeritato pareggio in rimonta. E poi Pastore e Ilie#269;ie#263;: vederli giocare assieme vale il prezzo del biglietto, per sostanza e per qualità. I due gol del Palermo nascono da loro e dalle loro intuizioni, e non è un caso che questi due splendidi calciatori escano tra gli applausi di ammirazione in ogni stadio dItalia. Una nota di merito va anche ad Antonio Nocerino, che è finalmente tornato a giocare su livelli altissimi. Ci auguriamo che Prandelli abbia preso appunti sul centrocampista campano e su Balzaretti, autore dellennesima ottima prova. Adesso per una settimana la Serie A lascerà spazio alla Nazionale e per il Palermo ci sarà il tempo di recuperare le energie e gli infortuni di giocatori importanti come Liverani e Miccoli. E vero che sarà difficile cambiare una squadra apparsa pressoché perfetta, un undici che ha trionfato a Torino e a Firenze, ma le prime stanchezze cominceranno ad affiorare e sarà necessario lapporto di tutti, specie dei calciatori di grande qualità quali il playmaker e il capitano rosanero. La classifica adesso comincia a sorridere, a prendere una forma più consona alle potenzialità di questo Palermo. Siamo certi che la scalata non si fermerà qui.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy