PALERMO: il modulo di Mutti e il modello Messina

PALERMO: il modulo di Mutti e il modello Messina

Bortolo Mutti, 57 anni, da oggi è il nuovo allenatore del Palermo. Il tecnico nelle sue ultime esperienze si è affidato principalmente al 4-4-2. Ai tempi dell Atalanta ha sempre.

Commenta per primo!

Bortolo Mutti, 57 anni, da oggi è il nuovo allenatore del Palermo. Il tecnico nelle sue ultime esperienze si è affidato principalmente al 4-4-2. Ai tempi dell Atalanta ha sempre prediletto una difesa a 4 guidata da Carrozzieri, due esterni veloci come Valdes e Ferreira Pinto e in attacco si affidava alla coppia Tirobocchi-Amoruso. L’anno scorso a Bari, nel tentativo di salvare una squadra sull’orolo del fallimento sportivo dopo il cambio di allenatore aveva inizialmente mantenuto la stessa impostazione tattica di Ventura, classico 4-4-2 con gioco che partiva dai centrali difensivi e si sviluppa sulle fasce grazie agli inserimenti in velocità di Edgar Alvarez. Dopo il mercato di gennaio e la rivoluzione in casa pugliese che stravolse lassetto della squadra, il tecnico bergamasco fu costretto a passare dal 4-4-2 al 4-3-1-2. Qualche anno fa con il Messina che portò ad uno storico 7° posto giocò tutta la stagione con il suo cavallo di battaglia, quel 4-4-2 che garantiva velocità sulle fasce e copertura a centrocampo. Quel Messina che per due anni ha ben impressionato in Italia, giocava con un mix di giovani di belle speranze e calciatori esperti. Ecco la formazione tipo: Storari in porta; Zoro, Zanchi, Aronica e Parisi in difesa; Donati, Sullo, D’Agostino e Nocerino a centrocampo; Sculli o Di Napoli e Floccari in attacco.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy