Palermo: dovrà risarcire giovane ex Primavera

Palermo: dovrà risarcire giovane ex Primavera

Il Palermo dovrà risarcire un giovane ex calciatore della Primavera. Come riporta Livesicilia, il Tribunale di Palermo ha condannato il club rosanero al pagamento di 9.385 euro, oltre alle.

Commenta per primo!

Il Palermo dovrà risarcire un giovane ex calciatore della Primavera. Come riporta Livesicilia, il Tribunale di Palermo ha condannato il club rosanero al pagamento di 9.385 euro, oltre alle spese legali e di consulenza tecnica, a favore di Alessio Biondo, costretto a smettere di giocare dopo unerrata diagnosi dello staff medico che gli compromise la carriera. “Il Tribunale – spiega Marco Favarò, legale dell’ex calciatore – ha riconosciuto che c’è stata una diagnosi errata ed una terapia inadeguata”. I fatti risalgono all’agosto di 5 anni fa quando Biondo, giovane e promettente difensore della Primavera allenata da Rosario Pergolizzi, che si trovava in ritiro a Casole Bruzio (Cz), inizia ad accusare problemi muscolari. “Gli venne diagnosticato un semplice affaticamento – dice l’avvocato Favarò – quando in realtà si trattava di uno strappo muscolare. Da quel momento è iniziato un calvario: dopo un mese gli hanno fatto estrarre 4 molari, dicendo che avrebbe avuto vantaggi nella postura. Poi, gli hanno fatto riprendere gli allenamenti ed è addirittura tornato in campo per alcuni spezzoni di partita. Il 15 maggio 2006 il medico della società lo ha dichiarato guarito. Ma evidentemente non era così. Il Tribunale ha riconosciuto il danno biologico e quello morale, mentre non ha riconosciuto il danno per la ‘perdita di chance’. Ma, in ogni caso, questa sentenza crea un precedente: c’é solo un caso simile, ma riguardava un calciatore professionista”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy