PALERMO-CSKA: ARRESTATO UN TIFOSO RUSSO

PALERMO-CSKA: ARRESTATO UN TIFOSO RUSSO

Gli agenti della polizia hanno arrestato un russo Anton Starichenko, 26 anni, responsabile di lesioni personali ai danni di un extracomunitario, reato aggravato da motivi razziali. L’arresto.

Commenta per primo!

Gli agenti della polizia hanno arrestato un russo Anton Starichenko, 26 anni, responsabile di lesioni personali ai danni di un extracomunitario, reato aggravato da motivi razziali. L’arresto è avvenuto nell’ambito dei servizi di prevenzione, disposti dal questore di Palermo, in occasione dell’incontro di calcio Palermo-Cska Mosca, valido per le qualificazioni dell’Europa League. Intorno alle ore 18,40 di giovedì veniva segnalata la presenza di un russo intento a picchiare degli extracomunitari ed a danneggiare auto in transito. Al loro arrivo gli agenti venivano contattati da un extracomunitario, che si presentava con gli abiti insanguinati e una notevole fuoriuscita di sangue dal naso e dalla bocca; l’uomo indicava agli agenti, l’individuo che lo aveva aggredito e che sostava sul marciapiedi. La persona aggredita, un cittadino del Bangladesh, in atto domiciliato a Milano, riconosceva senza ombra di dubbio il suo aggressore e raccontava agli agenti che mentre passeggiava con un suo connazionale, residente in Palermo, veniva aggredito senza alcun motivo dall’uomo fermato. Il russo veniva trovato in possesso di una protezione dentale del tipo utilizzata nelle arti marziali, 12 pietre di varie dimensioni ed una bottiglia di liquore vuota. L’extracomunitario ferito veniva condotto presso un l’ospedale Ingrassia ove gli veniva riscontrata l’infrazione al setto nasale e veniva giudicato guaribile in giorni 15. Il russo, che risultava praticare nel suo Paese, attività sportive come “kick boxing”, invece presentava diverse escoriazioni sul dorso della mano. Da accertamenti effettuati sul luogo dell’aggressione gli agenti appuravano che l’uomo, facente parte di un gruppo di tifosi russi, in preda ai fumi dell’alcool si era staccato dal gruppo e per motivi puramente razziali aggrediva dei cittadini extracomunitari.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy