Montolivo: “Quarto posto? Oggi buon punto”

Montolivo: “Quarto posto? Oggi buon punto”

Il capitano della Fiorentina Riccardo Montolivo ha parlato in esclusiva ai microfoni di Sky Sport nel post partita di Fiorentina-Inter. Come si legge questo pareggio? Noi siamo andati in campo per.

Commenta per primo!

Il capitano della Fiorentina Riccardo Montolivo ha parlato in esclusiva ai microfoni di Sky Sport nel post partita di Fiorentina-Inter. Come si legge questo pareggio? Noi siamo andati in campo per vincere, abbiamo dato tutto, potevamo vincere, potevamo anche perdere, forse il pari è il risultato più giusto. Nel primo tempo avete giocato meglio: perché eravate stanchi o per la pressione dell’Inter? Per la pressione dell’Inter, senza dubbio. Alla lunga abbiamo sentito la stanchezza, ma per fortuna abbiamo pareggiato alla fine. Un punto che vale tanto per la rincorsa al quarto posto: ci credete ancora? Noi dobbiamo guardare domenica dopo domenica, forse è una frase banale ma è quello che in questa situazione dobbiamo fare. Oggi abbiamo fatto un buon punto, andremo a Bergamo per vincere. Poi c’è la sfida di Coppa Italia: forse quella è più importante? No, erano importanti entrambe, martedì abbiamo una partita molto delicata, in cui non possiamo assolutamente subire due gol come stasera. Luca Toni vi manderà un messaggio per ringraziarvi… Sì, ho l’impressione che avevamo il sostegno di tanti tifosi stasera. L’allenatore della Fiorentina Cesare Prandelli ha parlato in esclusiva ai microfoni di Sky Sport nel post partita di Fiorentina-Inter. L’assenza di Gilardino aveva sorpreso un po’ tutti… Gilardino sta giocando tantissimo da quest’estate, sapevamo che Keirrison almeno per un’ora poteva reggere, poi abbiamo cercato di sfruttare un po’ l’entusiasmo perché in questo momento del campionato dobbiamo cercare di sfruttare non solo i ragazzi freschi atleticamente, ma anche quelli che abbiano un po’ di entusiasmo. Alla fine avete rischiato di subire la beffa… Quest’anno purtroppo ne abbiamo perse parecchie, l’Inter ci ha messo pressione. La Fiorentina a un certo punto poteva anche chiudere la partita. Quando riparti così devi avere lucidità, ma anche cercare il passaggio giusto, invece siamo andati troppo sugli esterni. Come si spiega alcuni momenti no della Fiorentina quest’anno? Con le grandi squadre non si deve necessariamente costruire il gioco, ma si devono chiudere gli spazi per ripartire velocemente e l’abbiamo sempre fatto abbastanza bene, anche se a volte riusciamo anche a manovrare. Contro squadre che si difendono un po’ di più è più difficile trovare gli spazi. Come ha visto l’Inter stasera, anche in chiave scudetto? Ho visto una squadra tonica, di personalità, forte, che riesce sempre a mettere personalità in campo. Penso che lotteranno su tutti e tre i fronti fino alla fine. Keirrison ha dimostrato di avere qualità: quali sono le sue potenzialità? Quando è arrivato abbiamo dovuto lavorare fisicamente. È un giocatore che vede la porta, che ha una buona profondità, riesce ad attaccare bene l’area di rigore e sente il gol. È un ragazzo giovane, ma di buone qualità. Il problema è che è arrivato con una condizione abbastanza approssimativa e abbiamo dovuto lavorare parecchio. Ha le caratteristiche per poter far bene in questo campionato. Non c’è stato un incontro con Della Valle, è rimandato a dopo la partita di Coppa Italia? No, l’incontro c’è stato, abbiamo parlato con tranquillità. Da quando c’è stato il comunicato sulla mia decisione di rimanere, per quanto mi riguarda i giochi sono chiusi. Abbiamo chiarito. Tante volte per troppo amore da parte mia e della proprietà abbiamo voluto dare qualcosa in più, forse magari con una riflessione, una parola, avremmo risolto un problema che non è mai esistito. È previsto un nero su bianco? Non ne abbiamo parlato, io ho ancora un contratto, per cui non è che per forza di cose devo mettermi a scrivere un altro contratto. Ci sarà tempo.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy