MIGLIACCIO: “NAZIONALE SAREBBE UN SOGNO”

MIGLIACCIO: “NAZIONALE SAREBBE UN SOGNO”

Giulio Migliaccio è uno che non molla mai. Eppure anche il centrocampista rosanero qualche settimana fa è stato costretto al forfait. “E’ vero, sono uno che difficilmente non.

Commenta per primo!

Giulio Migliaccio è uno che non molla mai. Eppure anche il centrocampista rosanero qualche settimana fa è stato costretto al forfait. “E’ vero, sono uno che difficilmente non me la sento di giocare o non sono in condizione per farlo ma quella partita contro il Parma l’ho saltata perché stavo davvero male e avevo bisogno di recuperare da alcune botte prese e che non mi facevano stare tranquillo – ha raccontato il mediano rosanero a “Rosa e Nero” su TRM – il mister e lo staff sanitario mi sono stati vicini perché ho fatto un lavoro specifico e poi abbiamo optato per evitare a scopo precauzionale. Il mio segreto per giocare così tanto e con questo rendimento? Nessun trucco ma solo lavoro, anche se non faccio nulla di particolare. Sono uno che curo tanto l’alimentazione, lavoro sodo negli allenamenti e poi mi riposo quando posso. Poi è normale che c’è tutto un contesto di squadra positivo, quei tre davanti fanno faville e il resto va di conseguenza perché è il Palermo che fa bene e non Migliaccio, Pastore, Miccoli o Ilicic. Tutti stiamo giocando sopra le righe”. Rendimento, quello del numero 8 rosanero, che rende inevitabile pensare ad una futura convocazione in Nazionale. “Più volte ho detto che in azzurro ci si arriva solo con il lavoro e non con le chiacchiere. Io lavoro quotidianamente per realizzare quello che per me che sono partito dall’Interregionale e che oggi è riuscito ad affermarsi con continuità in serie A sarebbe un sogno”, ha aggiunto Migliaccio.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy