MICCICHÈ: “Squadra top, riserve come Morganella”

MICCICHÈ: “Squadra top, riserve come Morganella”

“I palermitani devono essere fieri di questa squadra, giovane e forte. Finora abbiamo parlato di gente come Pinilla, Munoz e Sirigu tralasciando gente come Pastore, Ilicic e Bacinovic. Diciamo.

Commenta per primo!

“I palermitani devono essere fieri di questa squadra, giovane e forte. Finora abbiamo parlato di gente come Pinilla, Munoz e Sirigu tralasciando gente come Pastore, Ilicic e Bacinovic. Diciamo che questa è una squadra che veramente fa sognare”. E’ questo il pensiero del vicepresidente del Palermo Guglielmo Miccichè, intervistato da Mediagol.it. “Seconde linee non all’altezza anche quest’anno? Sono dei ragazzi che vengono dai rispettivi campionati con grande successo. Chi è giovane e viene utilizzato poco o quasi nulla, quando entra può anche avere delle problematiche. Faccio l’esempio di due giocatori del Palermo che giocano nel Novara e sono i migliori in campo – ha dichiarato il vicepresidente rosanero – Ujkani e Morganella che un anno fa erano nella stessa situazione dei nostri giovani di oggi. Questi sono ragazzi che se giocassero ogni domenica farebbero vedere il loro valore, purtroppo non c’è spazio e vengono utilizzati poco e in partite molto impegnative perché l’Europa League ovunque la giochi è difficile, e hanno poco tempo di fare esperienza e fare errori. Non c’è dubbio che siamo una squadra che non può tenere in panchina Suazo che l’inter manda in tribuna, o gente come Muntari, Cordoba e Mariga perché avremmo grossi problemi, quindi dobbiamo orientarci sui giovani, sperare che questi maturino il più presto possibile, poi magari c’è il giovane come Bacinovic che esce subito alla distanza o quello che ha bisogno di essere integrato. Gli sloveni hanno avuto la bravura di essersi fatti trovare pronti al momento giusto, io penso che i vari Darmian, Garcia, Glik, Rigoni sono buoni giocatori che tra l’altro ci chiedono ogni giorno squadre di A e B, sono giocatori validi ma che abbiamo visto solo in qualche partita di Europa e buttarli dentro a Mosca a zero gradi contro il Cska che è una squadra formidabile non è facilissimo. Bisogna avere pazienza con loro – ha concluso Miccichè – Zamparini forse si aspettava giovani più pronti ma sono giovani in gamba e vedrete che ne sentiremo parlare, lo dice anche Delio Rossi che hanno valore ma che hanno bisogno di avere le giuste condizioni”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy