MICCICHÈ: “SABATINI È DISPIACIUTO, MOGGI..”

MICCICHÈ: “SABATINI È DISPIACIUTO, MOGGI..”

Le dimissioni dell’ex direttore sportivo Walter Sabatini hanno privato la squadra di un prezioso punto di riferimento oltre che di un ottimo dirigente in chiave di mercato. Il vice presidente.

Commenta per primo!

Le dimissioni dell’ex direttore sportivo Walter Sabatini hanno privato la squadra di un prezioso punto di riferimento oltre che di un ottimo dirigente in chiave di mercato. Il vice presidente del Palermo Guglielmo Miccichè esprime il suo pensiero in merito. “Se ho sentito Sabatini? Certamente, l’ho sentito dopo che lui andato via da Palermo e siamo stati gradevolmente a chiacchierare al telefono. Walter è un grandissimo amico, lo considero un grande intenditore di calcio e una persona molto seria. Sabatini è andato via rimanendo in ottimi rapporti con tutti, anche con Zamparini che l’ha invitato a vedere il derby contro il Catania insieme a noi. Pensavamo potesse esser qui la domenica ma lui era già a Roma con la sua famiglia ed ha declinato l’invito. Questo gesto a testimonianza del fatto che i rapporti sono rimasti cordiali e non ci sono motivi di acredine tra le parti. Se ho avvertito rammarico o segnali di pentimento in lui? Se mi permettete, chi lascia Palermo lo fa con rammarico – ha dichiarato il dirigente rosanero ai microfoni di Mediagol.it – personalmente ho visto tanti, anche tra i nostri ex calciatori che hanno pure partecipato a competizioni internazionali, che mi manifestavano la nostalgia ed il disappunto per aver lasciato questa città ed i suoi tifosi. Walter Sabatini ha preso la sua decisione ma è chiaramente dispiaciuto per aver lasciato questa città e questa società che gli piaceva tantissimo,è evidente che in lui c’è del rammarico e del rimpianto per questo”. A marigine dell’intervista una battuta anche sull’indiscrezione che vedrebbe Luciano Moggi prossimo ad entrare nei quadri dirigenziali rosanero una volta scontata la squalifica. “Questa è semplicemente una boutade giornalistica, non esiste fondamento e non ci sono i contorni perché questa possa essere trattativa di mercato credibile, una di quelle che leggiamo e ci fanno ridere, ne leggiamo tante sul Palermo totalmente al di fuori da ogni logica e possibilità. Sabatini è andato via e lo sostituiremo certamente ma non abbiamo fretta nel farlo, stiamo valutando diversi ipotesi e alla fine del campionato vedremo un po’ il da farsi”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy