Mezzaroma:”Calaiò-DAgostino no fortuna in rosa”

Mezzaroma:”Calaiò-DAgostino no fortuna in rosa”

Calaiò e D’Agostino sono i palermitani che giocano a Siena da più tempo e il presidente Massimo Mezzaroma si gode i suoi pupilli. E’ innegabile che siano palermitani doc -.

Commenta per primo!

Calaiò e D’Agostino sono i palermitani che giocano a Siena da più tempo e il presidente Massimo Mezzaroma si gode i suoi pupilli. E’ innegabile che siano palermitani doc – spiega – Sono nati a Palermo e le loro origini sono palermitane. Anche se credo che la loro carriera l’abbiano sviluppata lontano da casa. Senza scendere nei latinismi, possiamo dire che ‘nessuno è profeta in patria’, diciamo che i ragazzi non hanno avuto tantissima fortuna nella lorò città. L’Italia è una nazione che ci consente raramente di esprimerci nei nostri luoghi di origine. Emanuele in questi ultimi tre anni si è dimostrato un giocatore di grande valore. Non è un caso se gli abbiamo allungato il contratto, perché ritengo che sia una grande risorsa per Siena e per il Siena e spero che lo faccia vedere sabato. Gaetano ha qualche problemino fisico e deve trovare una condizione psicofisica ideale – ha spiegato ai microfoni di Trm il numero 1 del club senese – perché è un giocatore di grande classe e di grande capacità anche se a Siena non lo ha ancora dimostrato. Speriamo che, un po’ per gli acciacchi un po’ per la situazione generale, anche lui ritorni fra gli abili e arruolabili. Lasciarlo ancora fuori è un lusso che il Siena non può permettersi”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy