Messina:la caduta, dalla A al baratro radiazione

Messina:la caduta, dalla A al baratro radiazione

Qualche anno fa era protagonista in serie A con mister Mutti in panchina e giocatori del calibro di Storari, Rezaei, Di Napoli, Dagostino, Donati, Amoruso e tanti altri che di quella squadra hanno.

Commenta per primo!

Qualche anno fa era protagonista in serie A con mister Mutti in panchina e giocatori del calibro di Storari, Rezaei, Di Napoli, Dagostino, Donati, Amoruso e tanti altri che di quella squadra hanno fatto stagioni incredibili fino a sfiorare una qualificazione in Coppa Uefa. Poi due retrocessioni consecutive in A, un ripescaggio ai danni della Juventus, un anonimo campionato di B, fino al fallimento e alla ripartenza dalla serie D. Il Messina, ora ripiomba nell’incubo. Il gruppo Martorano che detiene parte delle quote societarie, ha deciso fin quando la società non sarà del tutto rilevata, di non sostenere più le ingenti spese societarie. Le complicanze per l’acquisto, derivano dal fatto che non c’è trasparenza sulla reale proprietà della società. Il gruppo Martorano è disposto ad aspettare ancora un po, ma il primo ultimatum è scaduto lo scorso 15 dicembre, ma se la cordata calabra dovesse rinunciare a rilevare il club siciliano, il Messina rischierebbe il fallimento e la radiazione. Infatti, la squadra giallorossa non è scesa in campo altre tre volte e alla quarta si rischia, secondo regolamento, la radiazione dai quadri federali. La prossima data sarà quella del 5 gennaio 2011 se il Messina non si presenterà in campo contro la Valle Grecanica verrà ufficialmente radiato.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy